rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Cala il gradimento della Polverini: esce dalla top ten di Monitoregione

L'indagine condotta da Datamonitor che enumera i primi 10 presidenti di Regione per gradimento. La Governatrice del Lazio, tre mesi fa al settimo posto, esce dalla classifica

Cala l’indice di gradimento della presidente della Regione Lazio Renata Polverini. Questo è quanto emerge dallo studio Monitoregione di Datamonitor.

La seconda edizione 2012 dell’indagine trimestrale dell’istituto di ricerca Datamonitor, che enumera i primi 10 governatori di Regione per gradimento del loro operato, propone un dato che si scontra con quanto emerso nel primo trimestre dell’anno in corso.

La governatrice del Lazio, infatti, esce dalla top ten mentre nel precedente rilevamento si trovava in settima posizione, unica donna tra i dieci governatori più amati d’Italia.

Guida la classifica dei più amati il presidente del Veneto Zaia, seguito a ruota da Enrico Rossi (Toscana) e Vasco Errani (Emilia Romagna) e Stefano Caldoro che si piazzano a parimeritono in terza posizione in una classifica che vede figurare 5 esponenti di centrosinistra e cinque di centrodestra nella speciale top ten.

ASSESSORE REGIONALE ALDO FORTE - “Condivido il pensiero di Montino, questi sondaggi lasciano il tempo che trovano, ma la comunanza di idee finisce qui” dichiara in una nota l’assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte.

“In particolare, - continua Forte – sui servizi sociali la Giunta Polverini ha trovato una Regione già affondata dalla precedente amministrazione. L’elenco delle falle è lungo: dall’assenza di una pianificazione realizzata sull’analisi dei bisogni a una serie di progetti sperimentali mai diventati sistema, che hanno causato una distribuzione dei servizi a macchia di leopardo con cittadini di serie A e cittadini di serie B. Per non parlare dei mandati di pagamento arretrati da anni, che ancora hanno ripercussioni sulla stabilità dei servizi sul territorio. Criticità alle quali stiamo rispondendo, risollevando un settore per noi strategico dal punto di vista dell’assistenza, dell’occupazione e del benessere delle famiglie”.

“Un’opera che ci viene riconosciuta da più parti, anche in un momento di grave crisi, nel quale non solo stiamo garantendo la spesa storica, ma abbiamo messo in campo una riforma che pone il Lazio all’avanguardia nel nostro Paese. Una riforma alla quale, purtroppo, l’opposizione ha saputo rispondere fino ad oggi soltanto con centinaia di emendamenti ostruzionistici. Quando Montino vorrà affrontare il tema delle politiche sociali, - conclude Forte – saremo pronti a farlo a partire dal confronto degli obiettivi raggiunti dalla sua giunta e da quella attuale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala il gradimento della Polverini: esce dalla top ten di Monitoregione

LatinaToday è in caricamento