rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
L'appuntamento

Coletta e le prossime elezioni: “Se necessario posso anche fare un passo di lato”

Una “pubblica chiacchierata” al Circolo Cittadino ad oltre un mese dal 28 settembre che ha sancito la caduta della sua Amministrazione. L’ex primo cittadino guarda anche al futuro

“Se necessario, io posso anche fare un passo di lato e mettere la mia esperienza a disposizione di chi vorrà farsi portatore di certi valori”: così l’ex sindaco Damiano Coletta che ieri, 1 novembre, a distanza di oltre un mese da quel 28 settembre che ha sancito la caduta della sua Amministrazione, ha rotto il silenzio tornando a parlare ai cittadini. E lo ha fatto nel corso dell’incontro dal titolo “Non io ma noi, le parole della città” organizzato al Circolo Cittadino. Una “pubblica chiacchierata”, come l’ha definita lui, nel corso della quale Coletta ha ripercorso le principali tappe che hanno caratterizzato i suoi sei anni di Governo guardando anche al futuro. 

Sono infatti due gli appuntamenti elettorali, importanti, dei prossimi mesi; il primo le elezioni regionali che dovrebbero tenersi del mese di febbraio e le consultazioni comunali della prossima primavera a cui Latina arriverà dopo otto o nove mesi di commissariamento che ha fatto seguito alla caduta dell’Amministrazione guidata proprio da Coletta per le dimissioni dei 20 consiglieri lo scorso 28 settembre. 

Prima di lui nel corso dell'incontro hanno preso la parola quanti hanno vissuto l’esperienza targata Lbc inizia nel capoluogo con l’elezione di Damiano Coletta a sindaco dell città nel giugno 2016. Si sono alternati Bruno Fontanarosa, uno dei promotori del patto di collaborazione di via Pier Luigi da Palestrina, Mirco Dell'Onto, operatore di ABC al servizio nel "porta a porta", Stefania Krilic, storica funzionaria del Servizio Welfare del Comune di Latina, Edoardo Subiaco, membro del Senato Accademico della Sapienza Università di Roma e Serena Ionta, giovane economista del movimento "Economy of Francesco”.

Poi in chiusura il lungo intervento dell’ex sindaco che dopo aver ripercorso alcuni dei momenti più importanti degli anni trascorsi alla guida della città ha parlato anche di presente e di futuro. “Il senso di questo evento era quello di comunicare e ribadire una convinzione che, sono certo, è la stessa di tanti cittadini e cittadine di Latina: sei anni e mezzo di lavoro per la città, per riaffermare i valori della trasparenza, della sostenibilità, dell'inclusione e delle pari opportunità non possono andare perduti. Dobbiamo rafforzare questi valori e non è compito che spetta soltanto a un singolo ma a un'intera comunità che vi si riconosce. Ognuno di noi deve sentirsi coinvolto, metterci ancora più impegno. Perché oggi il tema non è se Damiano Coletta sarà di nuovo in corsa alle prossime elezioni oppure no. Se necessario, io posso anche fare un passo di lato e mettere la mia esperienza a disposizione di chi vorrà farsi portatore di questi valori”.

“Oggi - ha poi concluso Coletta - il punto è prendere consapevolezza che abbiamo un capitale umano che non può essere disperso. Non possiamo essere passivi, il nostro futuro sarà presto di nuovo in gioco. Abbiamo una città accogliente, inclusiva, solidale, partecipata. Difendiamola, mettendoci sempre cuore, passione, coraggio. E affermando i valori della dignità umana e del bene comune”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coletta e le prossime elezioni: “Se necessario posso anche fare un passo di lato”

LatinaToday è in caricamento