rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

Commissione Bilancio deserta, opposizione all’attacco: “Sciatteria o crepe nella maggioranza”

All’ordine del giorno una transazione da 200mila euro per un debito fuori bilancio del 2007. L’affondo dei gruppi consiliari di Lbc, M5S, Pd e Per Latina 2032

E’ andata deserta la commissione Bilancio convocata per la mattinata di ieri in Comune di Latina. “Nonostante due debiti fuori bilancio all’ordine del giorno, uno dei quali molto urgente, quattro commissari della maggioranza non si sono presentati non permettendo di raggiungere il numero legale”, dichiarano i gruppi consiliari di opposizione sottolineando che quanto successo apre a un duplice scenario: “Delle due l’una: o siamo di fronte all’ennesimo episodio di imperdonabile sciatteria o alla prova conclamata delle divisioni interne alla maggioranza”.

Il “pressappochismo” denunciato ancora una volta dai consiglieri di Lbc, M5S, Pd e Per Latina 2032 sta nella modalità di convocazione della seduta: “Il presidente Faticoni convoca d’urgenza venerdì pomeriggio, senza rispettare i 3 giorni prima della seduta previsti dal regolamento e senza avvisare la maggioranza chiamata a garantire il numero legale. Un modo di procedere inaccettabile considerato che uno dei due punti all’odg riguarda un debito fuori bilancio figlio della ben nota e 'allegra' gestione finanziaria del passato”.

Si trattava di “autorizzare una transazione da 200mila euro tra il Comune e la società M.A.R.R. di Arnaldo Manciocchi. La ditta – spiegano i consiglieri di opposizione - rivendica spese per servizi cimiteriali resi tra il 2007 e il 2015 e affidati dai dirigenti comunali di quegli anni senza uno straccio di contratto né impegno di spesa. La relativa delibera è passata questa mattina per la seconda volta in commissione, ma non è stato possibile votarla per l’assenza della maggioranza. Non sono bastate le raccomandazioni degli uffici, che già nella scorsa seduta avevano sollecitato una rapida approvazione dell’atto senza la quale l’Ente potrebbe ritrovarsi a dover pagare oltre un milione di euro in luogo dei 200mila di oggi”.

Secondo l’opposizione, lo scenario politico tratteggiato dalla seduta andata deserta è lampante e nel contempo preoccupante: «”intomo di una fragilità palesata proprio ieri sulla stampa dallo stesso capogruppo di Forza Italia, Mauro Anzalone. Quella che sembrava una compagine granitica, ad appena un anno dalle elezioni inizia a scricchiolare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissione Bilancio deserta, opposizione all’attacco: “Sciatteria o crepe nella maggioranza”

LatinaToday è in caricamento