Mercoledì, 17 Luglio 2024
Il caso

Piano asili, il Comune di Latina diserta il bando: saltano 180 posti per i bimbi del nido

L'interrogazione del Pd presentata prima della scadenza del bando è rimasta senza risposta. Il termine di partecipazione è ora scaduto e l'amministrazione non ha presentato alcun progetto per avere i fondi per nuove strutture

Il Comune di Latina diserta un bando e perde la possibilità di 180 nuovi posti negli asili nido. Il caso è stato sollevato dalla consigliera del Pd Daniela Fiore che lo scorso 13 maggio ha presentato un'interrogazione per capire se l'amministrazione Celentano avesse intenzione di partecipare al bando per il nuovo Piano asili nido del ministero dell'Istruzione di concerto con il ministero dell'Economia e delle finanze. La risposta a quella richiesta non è arrivato e ieri è scaduto il termine di partecipazione al bando. 

"A quanto pare - spiegano i consiglieri comunali Valeria Campagna, Daniela Fiore e Leonardo Majocchi - il Comune non ha presentato alcun progetto. Dalla partecipazione all’Avviso avremmo potuto ottenere un contributo di 4,320.000 euro per attivare 180 posti nei nidi con i fondi del Pnrr. Queste somme potevano essere usate per costruire nuovi asili o ristrutturare ambienti da destinare a nidi e scuole dell’infanzia. Perdiamo l’occasione enorme di potenziare l’offerta educativa per bambini e bambine tra zero e 2 anni ed è ancora più grave in una città come Latina, in cui la disponibilità di posti è significativamente inferiore alla domanda". Per la consigliera Campagna la partecipazione al bando avrebbe consentito di offrire una risposta a una necessità immediata delle famiglie e al contempo investire sulla comunità. Latina infatti era terza a pari merito con Foggia nella graduatoria dei comuni beneficiari di un maggior numero di posti. "E' paradossale - continua Campagna - che in una città governata da Fratelli d’Italia, che a tutti i livelli parla di crisi della natalità, si prendano decisioni che vanno a discapito di bambine e bambini e dei servizi per l’infanzia e le famiglie. A maggior ragione alla luce della recente classifica del Sole 24 Ore sulla qualità della vita di bambini, giovani e anziani in cui il capoluogo pontino è fanalino di coda".

Il gruppo consiliare del Pd ha già annunciato la richiesta di convocazione delle commissioni Trasparenza e Istruzione per cercare di fare luce sulle ragioni che hanno spinto l'amministrazione Celentano a non cogliere questa importante opportunità.

--

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano asili, il Comune di Latina diserta il bando: saltano 180 posti per i bimbi del nido
LatinaToday è in caricamento