Coronavirus, Zingaretti: ecco "Regione vicina, 230 milioni di risorse per famiglie e imprese

Il presidente presenta un pacchetto di azioni in videoconferenza insieme al vicepresidente Daniele Leodori e all'assessore al Bilancio Alessandra Sartore

"Misure per persone, lavoro e aziende. L'unico filo conduttore e' far fronte nell'immediato ad affrontare questa situazione di lockdown totale e poi azioni per favorire il rilancio quando questa situazione sarà superata". Sono le parole del vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori, che spiega 'Regione Vicina', il pacchetto da 230 milioni di euro di misure messo in piedi dalla Regione Lazio destinato a diversi interventi: dal buono spesa (pari a 21 milioni), al buono affitti per persone e aziende (che ammonta a 43 milioni), al cosiddetto 'Pronto Cassa' (100 milioni di euro per prestiti di 10mila euro a tasso zero per imprese e partite IVA, 200 milioni di finanziamenti sempre per imprese e partite IVA grazie alla sezione speciale Lazio del Fondo centrale di Garanzia, e altri 200 milioni per prestiti a tasso agevolato da 10 mila euro in su per le imprese dalla Bei e istituto di credito regionali), 10 milioni di liquidità a imprese e lavoratori dei 195 cantieri della ricostruzione post sisma. E ancora: 5 milioni al settore florovivaistico, altrettanti per sostenere la produzione di latte bovino e bufalino, 100mila voucher taxi da 10 euro per medici, infermieri e operatori sanità che devono andare a lavoro; soldi per Smart working e istruzione a distanza.

Le azioni sono state presentate nel corso di una conferenza stampa dal presidente della Regione Nicola Zingaretti, dal suo vice Leodori insieme all'assessore al Bilancio Alessandra Sartore. "E' un pacchetto di assoluto rilievo - ha spiegato Zingaretti - perché molto significativo e concreto. Parliamo di 230 milioni di euro di risorse regionali che attiveranno sulla parte finanziaria circa 500 milioni euro per il credito al sistema imprenditoriale, a queste si aggiungeranno le scelte che sta facendo il Governo e saranno adottate nelle prossime ore. Particolarmente importanti le misure sulle imprese che sono già in essere e il fondo affitti regionale, che è una scelta di campo molto significativa e ci auguriamo porti nelle famiglie più serenit e quella percezione di una Regione vicina alle persone non solo per la parte sanitaria ma anche per la condizione di vita materiale".

"La cosa più urgente da fare e in fretta riguarda le misure di sostegno al credito delle imprese e di tutela dell'imprenditoria italiana da possibili sciacallaggi - ha aggiunto Zingaretti -Poi c'e' il cosiddetto decreto di aprile, che dovrà essere l'altra grande iniziativa economico finanziaria che un po' affronterà i temi che abbiamo affrontato con le nostre iniziative a livello regionale. Infine, come si uscirà da questa emergenza: dovremo dotarci di una cabina di regia chiamando le teste migliori dell'Italia per preparare questa fase storica. Su queste misure si misurerà la serietà e la forza della classe dirigente italiana e una classe dirigente si rispetti ora guarda alla necessità di salvare l'Italia, senza preconcetti - ha aggiunto - Noi nel Lazio stiamo facendo questo e ringrazio tutte le forze politiche del consiglio regionale, in particolare quelle di opposizione per la collaborazione".

"Abbiamo sospeso le tasse regionali per 90 giorni". ha aggiunto il vicepresidente Leodori riferendosi alla Tassa Auto, Iresa e Irba i cui termini di pagamento sono stati rinviati al 30 giugno prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

Torna su
LatinaToday è in caricamento