menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pranzo in Comune senza mascherine e distanziamento: l’indignazione corre sui social

Le reazioni dei cittadini dopo la diffusione delle immagini che immortalavano il momento conviviale tra i dipendenti dell'Ufficio Urbanistica: “La legge è uguale per tutti”, “niente scuse”

Non poteva non avere un eco e una risonanza tra i cittadini, anche e soprattutto sui social, la notizia della foto e del video circolati nei giorni scorsi che riprendevano alcuni dipendenti dell'Ufficio Urbanistica del Comune di Latina a mangiare e bere intorno a un tavolo. Un momento conviviale vissuto però in violazione delle norme anti-Covid con mascherine non indossate, o indossate in modo sbagliato, e senza distanziamento.

La polemica e l’eco soprattutto tra i cittadini indignati non si sono placati neanche dopo le scuse da parte dell’assessore Francesco Castaldo. “Abbiamo sbagliato e chiediamo scusa. La nostra comunità sta vivendo da mesi momenti difficili a causa di una pandemia che ha reso complicate anche le situazioni più semplici. Chiedo scusa al sindaco Damiano Coletta, che ha svolto un compito cruciale nella sensibilizzazione ad adottare sempre e in ogni situazione tutte le cautele necessarie. Siamo stati sempre attenti e lo saremo ancora di più in futuro” ha detto l’assessore del Comune di Latina.

Parole che ai più non sono bastate, così come le prime sanzioni che sembrano siano già arrivate. La legge è uguale per tutti”, “niente scuse”: questi tra i commenti più diffusi che si sono susseguiti nel corso delle ore soprattutto sui social dove il caso è inevitabilmente montato. C’è chi chiede le dimissioni dell’assessore e dei dipendenti, e invita ad un maggior rispetto per i pazienti che hanno contratto il virus o magari a “fare un giro nei reprati Covid a stretto contatto con chi sta soffrendo”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento