Politica Centro

Comune, passi in avanti verso accordo con i dipendenti dell’Ente

La giunta ha approvato la delibera riguardante la definizione dei criteri per la costituzione della Delegazione trattante di parte pubblica del personale non dirigente

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

La Giunta comunale ha approvato la delibera riguardante la definizione degli indirizzi alla Delegazione trattante di parte pubblica del personale non dirigente per la Contrattazione Decentrata Integrativa dell’anno 2011. Lo comunica l’assessore al personale, Rino Cecere, che afferma come si sia “compiuto un altro passo importante sulla strada della contrattazione sulla base dei programmi e degli obiettivi dell’amministrazione di cui alle linee programmatiche del sindaco Di Giorgi. Queste ultime – afferma l’assessore – sono al centro di tutte le politiche di valorizzazione delle professionalità interne, basate sulla
costante formazione del personale e la conseguente incentivazione degli istituti premianti, in ossequio al principio della meritocrazia. Questa delibera rappresenta un passo propedeutico per la ricostituzione della delegazione trattante”.

Gli indirizzi deliberati dalla Giunta per la ripartizione del salario accessorio per l’anno 2011e validi anche per gli anni 2012 e 2013, alla Delegazione di parte pubblica del personale dipendente, sono i seguenti:

- i compensi e le indennità destinate a riconoscere specifiche professionalità e responsabilità dei dipendenti dovranno essere corrisposte con vincolo di priorità e in misura proporzionale all’effettivo apporto di coloro che svolgono specifiche funzioni in conformità alle disposizioni impartite dai responsabili degli uffici e dei
servizi, secondo i criteri predefiniti dall’amministrazione e comunque nel rispetto dei limiti finanziari;

- le risorse destinate alla produttività non dovranno essere distribuite in modo indifferenziato e generalizzato e dovranno essere utilizzate per promuovere obiettivi
gestionali dei singoli servizi, l’efficienza e il miglioramento della qualità dei servizi resi e quindi sviluppare la produttività nella realizzazione degli obiettivi strategici dell’ente;

- tutti gli interventi contrattuali dovranno tendere alla piena valorizzazione delle risorse umane in funzione di una riqualificazione dell’offerta dei servizi in favore del
cittadino e dell’utenza che dovrà valutare il livello di gradimento mediante tecniche e strumenti di rilevazione;

- l’amministrazione intende privilegiare le risoluzioni contrattuali tese a produrre progetti e piani di lavoro per migliorare i servizi e il livello di gradimento del cittadino e dell’utenza e che tali iniziative dovranno seguire un iter di validazione in base agli indirizzi strategici e alle indicazioni programmatiche dell’amministrazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, passi in avanti verso accordo con i dipendenti dell’Ente

LatinaToday è in caricamento