Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Di Giorgi tra i sindaci ricevuti dalla Boldrini: "Occorre l'autonomia fiscale"

Cinquecento sindaci d'Italia si sono seduti questa mattina sui banchi della Camera dei Deputati ricevuti dal presidente Laura Boldrini per discutere insieme sul tema "Idee per il futuro del Paese"

C’era anche il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi tra i 500 primi cittadini del Paese che questa mattina si sono seduti sui banchi della Camera dei Deputati.

I primi cittadini di tutta Italia sono stati ricevuti dal presidente Laura Boldrini per discutere insieme sul tema “Idee per il futuro del Paese”; numerosi gli interventi dei sindaci a cui hanno dato risposte i competenti presidenti di commissioni parlamentari, e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio.

“L’iniziativa – afferma il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi - rientra nelle attività che come Anci Nazionale stiamo programmando per chiedere al governo ascolto e misure concrete sulle problematiche dei territori. Nel corso dell’incontro di questa mattina sono emerse chiare le criticità con cui tutti i comuni d’Italia devono fare i conti ogni giorno. Mi riferisco in particolare alla necessità di poter avere strumenti per dare risposte certe e concrete ai cittadini.

L’attenzione dell’Anci, sintetizzata nell’intervento finale del presidente nazionale Piero Fassino, si concentra in particolare su alcuni temi che più volte anche io, in sede Anci ma anche nel dibattito all’interno del consiglio comunale di Latina, ho avuto modo di evidenziare. Mi riferisco all’autonomia fiscale che i Comuni devono avere senza dover invece essere, come accade oggi, degli enti riscossori in nome e per conto del governo centrale senza poter pianificare programmi e investimenti certi per i propri cittadini.

Questo richiede anche la revisione del patto di stabilità e la fine della politica dei decreti da parte del governo che fa galleggiare i comuni in una perenne precarietà. Occorre, infatti, che ci sia un diretto collegamento tra la fiscalità e l’assunzione di responsabilità da parte dei sindaci e dei consigli comunali. Insomma, i sindaci sono quelli che ci mettono la faccia sempre e comunque, e per questo vogliono avere gli strumenti per rispondere ai bisogni collettivi”.

di_giorgi_caemra_1-2

Il sindaco di Latina inoltre domani mattina sarà relatore al convegno che si terrà a Roma, in Piazza Sant’Apostoli "Un futuro in Comune” promosso dall’Anci e dall’Icom (Istituto per la competitività) e durante il quale sarà presentato il rapporto di scenario sulle relazioni fra territori e imprese.

Per questo motivo il sindaco Di Giorgi non potrà essere presente all’interessante incontro promosso da Federlazio Latina anche se l’amministrazione comunale parteciperà comunque con propri rappresentanti: “La mia presenza domani a Roma, alla presentazione del rapporto che riguarda territorio e aziende, potrà fornire certamente importanti elementi di interesse che ben si conciliano con la notevole iniziativa organizzata dalla Federlazio, mirata a presentare le istanze delle imprese alle istituzioni politiche. Faccio un plauso alla Federlazio per la bella iniziativa ed esprimo l’interesse e l’attenzione dell’amministrazione comunale verso le tematiche che l’iniziativa andrà ad affrontare. Il più stretto ed energico rapporto fra territori, istituzioni e imprese è certamente alla base di ogni politica di sviluppo futura”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Giorgi tra i sindaci ricevuti dalla Boldrini: "Occorre l'autonomia fiscale"

LatinaToday è in caricamento