rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica Centro / Piazza del Popolo

Caso Di Giorgi, De Marchis: “Latina non merita un sindaco così”

Il capogruppo del Pd in consiglio comunale sulla decisione del sindaco di lasciare la carica di primo cittadino: "Di Giorgi pensa solo ai suoi interessi non a quelli della città"

E che la polemica abbia inizio. È di qualche ora fa l’annuncio della volontà di Di Giorgi di lascare la carica di sindaco che subito si scatena l’ira dell’opposizione. Il primo a parlare è il capogruppo del Pd in consiglio comunale Giorgio De Marchis.

De Marchis non si risparmia in accuse e puntualizzazioni volte a mettere in luce quelle che secondo lui sono le incoerenze dell’attuale primo cittadino che solo qualche giorno fa aveva ufficializzato la fine dell’incompatibilità con la decisione di mollare l’incarico in consiglio regionale. Prima dello sfogo di ieri: Di Giorgi non si sente tutelato da quella stessa parte di Pdl regionale che alla vigilia delle elezioni amministrative aveva caldeggiato una sua candidatura e che adesso è pronto a mettere in discussione la sua poltrona alla Pisana. Il tutto con la minaccia incombente del ricorso al Tar fatto da Moscardelli proprio all’indomani delle votazioni del 15 e 16 maggio.

“Una sfacciataggine sproporzionata come questa non si era mai vista in Piazza del Popolo – ha dichiarato De Marchis -. Al sindaco non interessa nulla dei problemi della città, non interessa nulla della grave crisi che colpisce i latinensi, non interessa nulla che la città va a fondo in tutte le classifiche, non interessa nulla che la criminalità avanza, non interessa nulla che si sciolga il consiglio comunale e ritorni un commissario prefettizio, l’unico suo interesse è il mantenimento delle prebende garantite dal ruolo di consigliere regionale”.

Sono parole forti quelle del consigliere comunale del Pd secondo il quale Di Giorgi vorrebbe tenere un piede in due scarpe per mantenere l’indennità di consigliere regionale, quella di presidente della commissione trasporti e “un’intera segreteria con dipendenti comunali distaccati, pagati dalla Regione tre volte in più rispetto al loro stipendio e che invece di lavorare alla Pisana lavorano ogni giorno in Comune, un caso da Corte dei Conti insomma”.

Insomma, secondo De Marchis “Di Giorgi non pensa agli interessi della città , Di Giorgi sta pensando solo ai suoi interessi; Latina non merita un Sindaco così”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Di Giorgi, De Marchis: “Latina non merita un sindaco così”

LatinaToday è in caricamento