Politica

Dimissioni Polverini, Di Giorgi: “Scelta di dignità e forte responsabilità”

Il sindaco di Latina commenta la decisione della governatrice del Lazio di lasciare la presidenza della Regione: "Renata Polverini ha compiuto una scelta coraggiosa"

La decisione della governatrice del Lazio Renata Polverini di rassegnare le proprie dimissioni dalla presidenza della Regione, non poteva non avere conseguenze anche nella provincia di Latina. Finisce così l’avventura in Regione dei cinque consiglieri pontini, Stefano Galetto, Romolo Del Balzo, Lilli D’Ottavi, Gina Cetrone e Claudio Moscardelli, come anche dei due assessori Aldo Forte e Stefano Zappalà.

Si è “salvato” da tutto questo il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, il quale, dopo essere rimasto in bilico per mesi mantenendo il doppio incarico di primo cittadino del capoluogo pontino e quello di consigliere regionale, di fatto alla fine ha optato per la prima carica.

E a poco più di 12 ore dalla decisione di Renata Polverini, lo stesso sindaco Di Giorgi commenta la decisione della Polverini. “Con la decisione sofferta e difficile di rassegnare le dimissioni, Renata Polverini ha compiuto una scelta di grande dignità e connotata da un forte senso di responsabilità verso i cittadini e le istituzioni” ha detto il sindaco pontino.

“Renata Polverini ha compiuto una scelta coraggiosa interrompendo una legislatura a cui lei stessa aveva dato l’impronta delle riforme nella direzione del risanamento del bilancio regionale. Sottolineo la grande attenzione che la Governatrice e la sua Giunta avevano riposto nei riguardi del territorio e per questo sono grato a Renata Polverini per il lavoro svolto e per il sostegno ai progetti e alle esigenze della città di Latina, in un’ottica di collaborazione istituzionale sempre rispettosa dei ruoli e connotata dal confronto collaborativo”.

“Per Latina – aggiunge Di Giorgi - si interrompe una proficua filiera interistituzionale che aveva consentito alla città, dopo anni di immobilismo sotto il profilo degli investimenti pubblici, di tornare a programmare potendo contare sul solido sostegno economico e istituzionale della Regione. Sottolineo per tutti l’assegnazione dei fondi Plus, quale segnale forte e inequivocabile di un impegno nuovo per Latina che consente di tornare a progettare e programmare su nuove prospettive il futuro della città”.

"Sul piano politico - conclude il sindaco di Latina - ritengo che per il PdL sia obbligatorio ripartire da zero, procedere verso un netto cambiamento, un svolta attesa e richiesta dalla gente, ora più che mai”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni Polverini, Di Giorgi: “Scelta di dignità e forte responsabilità”

LatinaToday è in caricamento