rotate-mobile
Politica Centro / Piazza del Popolo

Crisi al Comune di Latina, si è dimesso il sindaco Di Giorgi

Nessun accordo è stato raggiunto con la maggioranza. "Alla fine ha prevalso la litigiosità, mancanza di coesione, gli interessi personali" ha dichiarato Di Giorgi che ha definito le sue dimissioni "irrevocabili"

Il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi si è dimesso. L’annuncio nella tarda mattinata di oggi durante una conferenza stampa.

Nessun accordo è stato raggiunto con la maggioranza, e ancor prima dell’incontro fissato per le 16 di oggi pomeriggio Di Giorgi ha annunciato la sua decisione di voler fare un passo indietro. “All’interno di questa maggioranza ha prevalso la litigiosità, mancanza di coesione, gli interessi personali” ha dichiarato lo stesso sindaco che ha definito le sue dimissioni, protocollate proprio qualche minuto prima dell'incontro con la stampa, “irrevocabili”.

LA GIORNATA FRENETICA DI MERCOLEDI'

L'ACCORDO NON RAGGIUNTO - Alla fine quindi quell’accordo con la maggioranza in cui sperava il sindaco Di Giorgi non c’è stato. Proprio dopo la riunione di ieri il sindaco aveva annunciato di voler presentare, questa mattina, alla maggioranza un “patto di fine consiliatura”, un “documento di programma, serrato e preciso, con gli obiettivi da cogliere e le relative modalità per raggiungerli nel rimanente periodo della consiliatura in corso per rilanciare l’azione amministrativa”.

Un documento che alla fine si è rivelato il pomo della discordia: dopo l’incontro di questa mattina, infatti, nel pomeriggio il primo cittadino avrebbe dovuto riunirsi di nuovo con i suoi colleghi di maggioranza per la firma del documento; appuntamento a cui di fatto non si è mai arrivati: “Oggi alle 16 ci doveva essere una riunione per la firma di un documento. Mi sono fermato perché era un continuo tira e molla. Tantissimi distinguo, con tantissime situazioni e addirittura con annunci; al che ho preso, ho appallottolato e ho buttato in un cestino e ho detto cari amici io stacco la spina - ha dichiarato questa mattina il sindaco in conferenza stampa -. Stacco la spina perché non si può andare avanti. Un documento che vedeva l’abbassamento delle tasse, incremento dei servizi sociali, con uno sguardo particolare alle fasce deboli, degli sportelli dedicati all’imprenditoria femminile e giovanile, alla manutenzione degli edifici scolastici, degli asili. Un documento di rilancio forte per la città. Questo patto di fine mandato non è nemmeno arrivato perché quello che avevo maturato ieri si è confermato oggi”.

IL DISCORSO DEL SINDACO DI GIORGI

LE REAZIONI DEL MONDO POLITICO

LA LETTERA DI DI GIORGI AI CITTADINI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi al Comune di Latina, si è dimesso il sindaco Di Giorgi

LatinaToday è in caricamento