rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Rifiuti / Cisterna di Latina

Discarica a Cisterna, il no del sindaco: “Nessuna comunicazione sui due siti individuati”

L’intervento del primo cittadino Mantini: "I presunti siti individuati a Cisterna hanno fattori escludenti importanti e finalità diverse nelle intenzioni dell’Amministrazione”

No alla discarica, perché i presunti siti individuati a Cisterna hanno fattori escludenti importanti e finalità diverse nelle intenzioni dell’Amministrazione del sindaco Valentino Mantini”: questa la posizione del Comune espresse attraverso una nota dallo stesso primo cittadino, dall’assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici Andrea Santilli e dal delegato all’Ambiente e Innovazione Marco Capuzzo così come aveva fatto nei giorni scorsi il sindaco di Aprilia Antonio Terra.

“Abbiamo appreso dalla stampa che il commissario straordinario regionale per l’emergenza rifiuti a Latina avrebbe individuato tre siti, due dei quali a Cisterna, dove collocare l’impianto di raccolta del materiale inerte residuo del trattamento meccanico biologico dei rifiuti indifferenziati - hanno dichiarato Mantini, Santilli e Capuzzo -. Il commissario regionale sta operando sulla base di scelte fatte dalla passata amministrazione provinciale. Alla nostra amministrazione non è pervenuta nessuna nota ufficiale sulla presunta individuazione a Cisterna di quella che viene comunemente definita discarica”.

“Invece dobbiamo ricordare - hanno aggiunto - che nella relazione depositata dalla Provincia alla Regione, redatta da una commissione tecnica appositamente nominata, è stato evidenziato che la cava in località Sant’Angelo è oggetto di fattori escludenti, come definiti dalla normativa del Piano Territoriale Paesistico Regionale (PTPR), perché paesaggio agrario di rilevante valore. Inoltre, il Comune di Cisterna si è già espresso sul sito della ex Goodyear e ha individuato come fattore escludente che questo ricade nei pressi del centro abitato e in una zona di produzione di prodotti agricoli ed alimentari definiti ad indicazione geografica o a denominazione di origine protetta. Troviamo oltretutto impossibile che si possa tenere in considerazione un’area per la quale sarebbe molto difficoltosa la realizzazione tecnica. In passato, con delibera di Consiglio comunale del 2020, il sito era stato considerato come un ampliamento di area industriale per incentivarne la riqualificazione attraverso un’iniziativa pubblica. Nelle intenzioni di questa Amministrazione il sito della ex Goodyear vuole diventare un impianto di produzione delle energie rinnovabili e, proprio recentemente, ci siamo attivati presentando una proposta alla Regione Lazio”.

“Crediamo sia necessario affrontare il complesso tema dell’autosufficienza della provincia pontina in materia di gestione del ciclo integrato dei rifiuti soltanto con documenti ufficiali alla mano, chiari e condivisi, che non sono pervenuti a questa amministrazione”, hanno concluso il sindaco di Cisterna Mantini, l’assessore Santilli e il delegato Capuzzo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica a Cisterna, il no del sindaco: “Nessuna comunicazione sui due siti individuati”

LatinaToday è in caricamento