Politica Borgo Montello

Discarica Montello, in Consiglio la delibera per la salvaguardia della zona

Seduta importante dell'assise; la delibera prevede la perimetrazione delle aree già adibite a discarica e forme di compensazioni per le popolazioni che vivono a ridosso della discarica

Importante seduta del Consiglio comunale a Latina con al centro l’annosa questione legata alla discarica di Borgo Montello e della salvaguardia delle aree circostanze. La seduta, infatti, discuterà la la delibera di “Adozione della norma di salvaguardia delle aree agricole contermini il sito di discarica ubicata nella zona di Borgo Montello”, un atto che l’amministrazione definisce “di salvaguardia delle aree agricole limitrofe alla discarica, area dove mai sino ad oggi si era intervenuto con uno strumento di pianificazione urbanistica, un vuoto regolamentare che negli ultimi trent’anni ha portato la discarica ad allargarsi a colpi di decreti firmati dalla Regione Lazio e sempre subiti passivamente dal Comune di Latina”.

La delibera, già approvata dalla Giunta, “prevede la perimetrazione delle aree già adibite a discarica e la realizzazione di ristori per le popolazioni che vivono a ridosso della discarica, nonché la possibilità di usufruire, da parte di queste, di forme di compensazione per le proprietà che hanno subito una forte svalutazione. La norma prevede, inoltre, l’obbligo di realizzare una fascia di rispetto di almeno cento metri di larghezza di alberi a medio e alto fusto per qualunque progetto legato al conferimento e lavorazione di rifiuti”.

“L’atto che porteremo domani in Consiglio è molto importante e se fosse stato approvato qualche anno fa sicuramente oggi, di fronte alle abitazioni della zona interessata, i nostri cittadini avrebbero non una discarica a poche decine di metri ma un bosco – afferma l’assessore all’ambiente Fabrizio Cirilli –. E’ bene sottolineare che la norma di salvaguardia che intendiamo approvare non è l’alternativa alle discariche: solo una visione superficiale della questione può accomunare le due cose. Si tratta, invece, di uno strumento urbanistico importante che, da un parte, cerca di ridare dignità ad un territorio sino ad oggi saccheggiato da decisioni calate dall’alto e, dall’altra, si tratta dell’atto propedeutico a una variante urbanistica che, nel rispetto delle osservazioni recepite dal territorio attraverso istruttoria pubblica, intende parzialmente ma legittimamente, compensare il danno subito dai residenti. Già oggi, questo strumento così come approvato dalla Giunta, ci ha consentito il rinvio dell’esame di un progetto relativo ad un impianto di trattamento ulteriore rispetto a quanto previsto per quella zona dal piano regionale dei rifiuti”.

“Si tratta di un importante tassello che pone fine all’allargamento della discarica – afferma il sindaco Giovanni Di Giorgi - prevedendo la compensazione per chi più degli altri ha subito il peso di questa servitù, cioè i cittadini. In tal modo vorremmo riuscire a bloccare futuri tentativi di allargamento della discarica con provvedimenti immediati, improvvisi e non condivisi ”.

I DUBBI DEL PD

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica Montello, in Consiglio la delibera per la salvaguardia della zona

LatinaToday è in caricamento