Lunedì, 15 Luglio 2024
Sull'isola / Ponza

Dissalatore di Ponza, Comune: “Priorità salare la stagione estiva”. Tavolo tecnico in Prefettura

La questione dei lavori per la realizzazione dell’opera al centro di un incontro che ha visto confrontarsi l’Amministrazione, Acqualatina e le imprese appaltatrici. Elaborato un primo piano di azione

E’ stato al centro di un tavolo tecnico che si è tenuto nei giorni scorsi in Prefettura il caso dei lavori per la realizzazione dell’impianto di dissalazione mobile a Cala dell’Acqua a Ponza. Un incontro a cui hanno partecipato il sindaco dell’isola, i rappresentanti dell’Egato4 – Lazio Meridionale, Acqualatina e le imprese appaltatrici dei lavori, e durante il quale tutte le parti intervenute hanno espresso le proprie posizioni. 

Il primo cittadino Ambrosino ha evidenziato la necessità di tutelare la stagione estiva e il turismo, tra le principali leve economiche dell’isola mentre le imprese appaltatrici dei lavori hanno sottolineato le gravi perdite economiche derivanti dai ritardi nella realizzazione dell'opera.
Nel corso dell'incontro, è stato chiarito che le ragioni del ritardo per la realizzazione dell'opera sono imputabili a varie circostanze tra cui le difficoltà procedurali e le azioni di contrasto giudiziarie ma anche inspiegabili lungaggini operative.

Il tavolo tecnico ha messo chiaramente in evidenza la necessità di conciliare i diversi aspetti che ruotano intorno alla questione che ormai è diventata spinosa: da un lato l'interesse pubblico nel tutelare l’economia turistica dell’isola e dall’altro la realizzazione di un’opera pubblica, senza dimenticare le ingenti perdite dovute ai fermi macchina e al mancato utilizzo di materiali che le imprese affidatarie dell’appalto stanno subendo e che potranno essere addebitate ad Acqualatina e all’intera collettività dell’Ato4.

Con grande senso responsabilità, le parti hanno condiviso la necessità quindi di contenere, quanto più possibile, sia i disagi per la stagione turistica sia le perdite economiche per i ritardi nella realizzazione dell’opera. Pertanto, il piano di azione elaborato dal tavolo tecnico ha previsto una fase iniziale di lavori di perforazione con conclusione prevista intorno al 20 maggio; successivamente, all'esito di tali interventi e sulla scorta delle condizioni geologiche rilevate, verrà definita e programmata la seconda fase dei lavori.

“È evidente - commentano dal Comune di Ponza - che, allo stato attuale, risulta complicato se non impossibile, ipotizzare qualsiasi scenario oltre quella data. In ogni caso, l'Amministrazione ha in più occasioni chiarito la propria posizione: la stagione balneare non deve essere assolutamente compromessa a causa di questi lavori. Inoltre, qualora fosse necessario un ulteriore step di lavori dopo la stagione estiva, l'Amministrazione ha dato la propria disponibilità di individuare un’area comunale per la messa a dimora delle attrezzature della ditta, ovviamente in altra zona idonea, fuori dalle aree di balneazione e dalle attività turistiche del posto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissalatore di Ponza, Comune: “Priorità salare la stagione estiva”. Tavolo tecnico in Prefettura
LatinaToday è in caricamento