rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Sanità

Due nuove Rsa pubbliche in provincia, La Penna: “Si potenzia l’offerta sanitaria territoriale”

Le parole del consigliere regionale del Pd dopo l’annuncio dell’assessore D’Amato della procedura di gara per l’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva per la realizzazione delle strutture a Sezze e Gaeta

“Un passo avanti molto importante nell’offerta di assistenza sul territorio, un investimento che consentirà di dare più forza al nostro servizio sanitario e di rispondere alla crescente domanda di cura e prestazioni da parte da parte dei cittadini”: con queste parole il consigliere regionale del Pd Salvatore La Penna commenta l’indizione da parte della Asl di Latina della procedura di gara per l’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva propedeutico alla realizzazione di due residenze sanitarie assistenziali in provincia, una a Sezze e una a Gaeta.

“Si procede con atti amministrativi concreti - sottolinea La Penna - verso il mantenimento dell’impegno da parte della Regione Lazio per la realizzazione di due Rsa a Sezze, nella struttura del San Carlo e a Gaeta, presso il presidio Di Liegro, finanziate rispettivamente con 4,5 milioni e 2,7 milioni. Come ribadito in precedenti passaggi, la Regione Lazio sta lavorando e vigilando affinché i tempi di realizzazione siano i più veloci possibili, su questo vi è una continua attività di aggiornamento e monitoraggio”.

“Come annunciato dall’assessore regionale alla Sanità, Alessio Amato, le Rsa avranno a disposizione ognuna 60 posti e rappresenteranno un elemento importante - spiega il consigliere della Regione Lazio - nella direzione del potenziamento dell’offerta sanitaria territoriale insieme all’istituzione degli ospedali di comunità, delle case della comunità e delle centrali operative territoriali per l’assistenza domiciliare; inoltre, permetteranno la riqualificazione di patrimonio e strutture esistenti. Per quanto riguarda Sezze, infatti, attraverso le risorse stanziate sarà possibile ristrutturare l’area interessata alcuni anni fa da un crollo”.

“Un ringraziamento - conclude La Penna - all’assessore D’Amato e alla direttrice generale della Asl Latina, Silvia Cavalli,  per il lavoro che stanno svolgendo in tal senso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due nuove Rsa pubbliche in provincia, La Penna: “Si potenzia l’offerta sanitaria territoriale”

LatinaToday è in caricamento