Venerdì, 15 Ottobre 2021
Politica

Elezioni 2016, verso il ballottaggio: Michele Forte conferma il sostegno a Calandrini

Il senatore e segretario provinciale dell’Ud: “Non rinunciamo ai nostri valori di una vita e alle nostre storie; la vera sfida è il rinnovamento interno degli schieramenti”

Interviene anche Michele Forte nel dibattito in vista del ballottaggio tra Nicola Calandrini e Damiano Coletta del 19 giugno prossimo per l’elezione del sindaco di Latina. 

Il senatore e segretario provinciale dell’Udc, che inserito nella Lista Calandrini la sua squadra di giovani, non rinuncia a esprimere le sue ragioni in sostegno di Nicola Calandrini.

Non dobbiamo e non possiamo rinunciare ai nostri valori e alle nostre storie – afferma Forte –, io vengo da una lunga esperienza politica che mi ha visto sempre collocato al centro, con i moderati largamente maggioritari nel nostro paese e nel solco della tradizione del popolarismo italiano”.

“Non dobbiamo credere, come si sente dire ormai in molti segmenti della politica e della società – continua il segretario provinciale dell’Udc – che centro, destra e sinistra non valgano più. Sono i nostri valori, le nostre vite, la nostra storia. Gli eredi di Sturzo e De Gasperi  hanno costruito questo paese risollevandolo dalle macerie della guerra e garantendogli per cinquant’anni sviluppo e benessere, impedendo l’adozione anche in Italia di modelli economico-sociali fallimentari e non democratici”.

“Come Udc a Latina abbiamo condiviso e invitato a partecipare alle primarie di marzo, contribuendo al rinnovamento del centrodestra locale mediante la decisione diretta dei cittadini. Abbiamo poi permesso a persone del tutto nuove e fresche, ma formate da anni di attivismo politico sul territorio, di essere nella lista Nicola Calandrini Sindaco come moderati indipendenti. La vera sfida – sottolinea Forte – non sta nell’abbandono della propria storia, dei propri valori, ma nella capacità di rinnovarli”.

“Se gli schieramenti politico-ideali, nonostante le vesti civiche, esistono ancora e si traducono in programmi diametralmente opposti su temi come famiglia e sviluppo, bisogna allora – conclude Forte – rinnovare dall’interno la classe politica, consentendo ai molti volti giovani e nuovi, affiancati a Calandrini, di entrare in Consiglio comunale e coadiuvare il futuro sindaco grazie al premio di maggioranza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2016, verso il ballottaggio: Michele Forte conferma il sostegno a Calandrini

LatinaToday è in caricamento