CasaPound, nessuna indicazione per il ballottaggio: “Il 19 giugno abbiamo da fare”

L'intervento sul ballottaggio tra Calandrini e Coletta del movimento che lascia totale libertà di coscienza ai propri elettori: "A prescindere da chi vincerà la tornata elettorale i cittadini avranno ancora bisogno di CasaPound"

Nessuna indicazione di voto e totale libertà di coscienza ai propri elettori da parte di CasaPound per il ballottaggio del 19 giugno prossimo tra Nicola Calandrini  e Damiano Coletta. 

“Come ampiamente promesso in campagna elettorale - si legge in una nota del movimento -, CasaPound non prenderà parte al ballottaggio e lascerà totale libertà di coscienza ai propri elettori.

Non possiamo fare nostro né il programma, a nostro giudizio liberale, di Latina Bene Comune né quello dei soliti noti del centrodestra. 

Torniamo a occuparci della città e delle sue emergenze, ben sapendo che a prescindere da chi vincerà la tornata elettorale i cittadini avranno ancora bisogno di CasaPound. Noi il 19 giugno abbiamo da fare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Cosa fare a Carnevale? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento