Elezioni, disoccupazione giovanile: l’appello di Città Forte al suo candidato sindaco

A lanciarlo il coordinatore della lista Fiore che, prendendo spunto dai dati Eures che rilevano come oltre il 50% dei ragazzi in provincia sia senza lavoro, si rivolge ad Enrico Forte: "Necessario creare un sistema di sinergie per combattere la disoccupazione giovanile"

“Necessario creare un sistema di sinergie per combattere la disoccupazione giovanile”: con queste parole la lista Città Forte, per voce del suo coordinatore Giorgio Fiore, rivolge un appello al candidato sindaco Enrico Forte affinché la futura amministrazione comunale metta in campo reali misure a sostegno dell’occupazione giovanile. 

L’appello arriva prendendo spunto dai dati Eures che riguardano la provincia pontina e che rilevano come oltre il 50% dei ragazzi sia senza lavoro. 

“La traduzione di questo dato – spiega Fiore - è che dal 2001 ad oggi gli amministratori che ci hanno governato hanno adottato una politica del lavoro che ha prodotto la perdita di migliaia di posti tanto che la stima dei disoccupati oggi nella nostra provincia supera le 30mila unità (60% uomini e 40% donne), vale a dire che un giovane su tre è inoccupato. Una situazione drammatica di fronte alla quale la politica deve avere il coraggio di assumere decisioni importanti e assumersi le proprie responsabilità mettendo in campo un sistema che coinvolga soprattutto le parti sociali. 

I giovani hanno bisogno di messaggi chiari e di un sistema di regole chiare, costi certi e tempi rapidi come punto di riferimento. Mi rivolgo pertanto alla futura amministrazione locale ed in particolare al candidato sindaco Enrico Forte affinché si adottino reali strumenti a sostegno di quei giovani troppo spesso dimenticati alla fine delle campagne elettorali. All’inasprirsi della crisi locale bisogna contrapporre un buon equilibrio economico, un elevato livello di flessibilità e la notevole propensione delle imprese sociali a lavorare con i contratti di rete. 

Oggi più che mai la cooperazione rappresenta lo strumento per l’autoimpiego e l’inclusione sociale. La mia proposta - conclude il coordinatore della lista Città Forte - è quella di istituire un 'elenco permanente' delle cooperative sociali B a cui destinare l’affidamento di appalti di servizi e forniture (manutenzione del verde e decoro urbano, organizzazione di eventi, manutenzione edifici, attività edilizia generale, servizi socio-sanitari e assistenziali alle famiglie) per accelerare i processi di integrazione lavorativa dei giovani attraverso un vero e proprio welfare delle opportunità attraverso il quale esercitarti il diritto alla partecipazione e concorrere al progresso economico della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina: 149 i nuovi casi in provincia, ma i guariti sono 190. Altri 4 decessi

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento