Elezioni 2016, governatore del Veneto Zaia a Latina per sostenere Calandrini

Mini-tour nel capoluogo pontino per il presidente della Regione Veneto. Il candidato sindaco: "Nel corso della sua visita Zaia si è impegnato a sostenere le politiche del Comune di Latina da me proposte, a sostegno della cultura veneta in Agro pontino"

Mini tour nel capoluogo pontino per il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, questa mattina a Latina. 

Una visita quella del governatore del Veneto nell’ambito della campagna elettorale del movimento di Noi con Salvini che sostiene la candidatura a sindaco del centrodestra Nicola Calandrini. 

Dopo una prima tappa a Borgo Bainsizza, Zaia si è spostato al Borgo Faiti per un incontro con alcuni imprenditori agricoli e una conferenza presso il Museo di Piana delle Orme. 

“Nel corso della sua visita a Latina il Governatore del Veneto Luca Zaia si è impegnato a sostenere le politiche del Comune di Latina da me proposte, a sostegno della cultura veneta in Agro pontino. La Regione Veneto collaborerà con noi per sostenere, promuovere e tutelare la lingua, le tradizioni, la storia ed il forte legame tra le famiglie rimaste in Veneto e quelle trasferitesi sul nostro territorio ai tempi della Bonifica. 

Mentre la Regione Lazio non sa neanche di cosa parliamo, presa com’è dalle sue radici fortemente romane, la Regione Veneto si è fatta parte di un grande progetto culturale riguardante la città di Latina, le sue origini ed il suo sviluppo. In definitiva consideriamo Zaia il nostro presidente, perché è molto più vicino a noi della sinistra ideologica e parassitaria di Roma”.

Con queste parole Calandrini, ha commentato gli impegni assunti a sostegno della città dal Governatore del Veneto, Luca Zaia: “La sua presenza ha per me una valenza doppia: politica, perché dà corpo ad una nuova proposta da contrapporre e anteporre al monopolio renziano; amministrativa, perche Zaia rappresenta un modello di politica del fare, è stato un grande ministro dell’Agricoltura e sicuramente con la sua esperienza ci consentirà di attivare azioni concrete a favore dei nostri agricoltori”.

Calandrini ha poi sottolineato i meriti di migliaia di famiglie venete giunte in terra pontina negli anni ’30: “Un enorme patrimonio creato da quattro generazioni che sarà nostro dovere non disperdere ma valorizzare. A partire dal sostegno all’Agricoltura, attraverso l’attivazione di uno sportello unico e attraverso azioni di sostegno al credito e all'innovazione per un comparto che vede la provincia di Latina tra le prime dieci d’Italia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento