Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Elezioni 2021, il ministro Speranza a Latina: “Con Coletta una nuova politica dal basso e in difesa dei diritti”

La vista per sostenere l'attuale a sindaco in corsa per la conferma a primo cittadino. Il messaggio per gli aspiranti consiglieri: “Ringrazio chi si è candidato e ha messo la sua persona al servizio della comunità di Latina"

Visita lampo a Latina del ministro della Salute Roberto Speranza arrivato quasi a sorpresa nel capoluogo nel tardo pomeriggio di ieri per un incontro nella sede del comitato elettorale di Damiano Coletta, sindaco uscente e ricandidato per la fascia tricolore alle prossime elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre.

Una visita voluta dal ministro Salute per ribadire il suo appoggio alla candidatura del primo cittadino che si ripresenta agli elettori per governare nuovamente la città. “La visita del ministro Speranza ha per me un significato simbolico molto importante, soprattutto in questa fase della campagna elettorale. Viviamo in un momento storico doloroso a causa della pandemia, e voglio esprimere grande apprezzamento per il suo operato con sempre in mente il senso del bene comune - ha detto Coletta -. E’ stato un punto di riferimento per noi sindaci, che siamo stati avamposto in questa bruttissima esperienza, e per i cittadini; in quei giorni terribili è stato dato il senso delle istituzioni che sanno rispondere e in cui la comunità sa riconoscersi. Abbiamo avuto un ministro che ha saputo prendersi delle responsabilità, con scelte a volte anche impopolari ma è stata garantita la sicurezza del Paese, e risultati ci sono. Adesso abbiamo lo strumento della vaccinazione che è fondamentale”.

“Quella del 3 ottobre - ha detto ancora il sindaco parlando delle ormai imminenti elezioni comunali - sarà una scelta decisiva ed epocale per presente e futuro di questo territorio. La partita è tra due modi di vedere la politica e l’amministrazione diametralmente opposti. E’ anche una questione metodo. I nostri candidati sono in gran parte alla prima esperienza; ho scelto il valore della persona e la credibilità e questo viene riconosciuto dagli elettori. Abbiamo bisogno di chi si fa portavoce dei valori del bene comune, dell’equità e delle pari opportunità. Ai cittadini chiedo di scegliere attraverso coscienza e capacità di analisi e di guardare al presente e al futuro”.

“Ho fatto con piacere questo blitz a Latina – ha detto Speranza in apertura di intervento – Ho avuto modo di conoscere Damiano Coletta prima che diventasse sindaco e poi, in questi due anni, l’ho incontrato a causa della pandemia ed ho potuto apprezzarne le doti politiche, la serietà, il rispetto, la sobrietà, il senso del lavoro, la capacità di ripiegarsi sui problemi. In politica c’è bisogno di chi coltivi queste virtù".

Mi rivolgo soprattutto ai candidati e alle candidate che voglio ringraziare - ha aggiunto -. Ho l’onore di svolgere un ruolo importante come ministro della Repubblica, ho fatto per anni il parlamentare e il capogruppo alla Camera del più grande gruppo della storia repubblicana, ma se guardo alla mia esperienza politica i momenti più belli li ricordo proprio da consigliere comunale di una piccola città come la mia, Potenza. Può sembrare un paradosso, ma fare la campagna elettorale al Consiglio comunale, andare a chiedere le preferenze, confrontarsi con il problema reale della singola persona, incrociare le sue ansie, le sue speranze, le sue preoccupazioni, è il senso più alto della politica. Ringrazio chi si è candidato e ha messo la sua persona al servizio della comunità di Latina”, ha detto ancora il ministro che ha fatto poi una riflessione sulla situazione attuale del Paese. “Questa pandemia ha lasciato e ogni giorno lascia delle ferite durissime, ma ci ha dato anche delle lezioni, fra cui l’idea che ci sono alcuni valori fondamentali che vanno difesi e valgono più di ogni altra cosa: il diritto alla salute, all’istruzione, al lavoro, al vivere in un ambiente sano. E penso che la proposta di Damiano Coletta qui a Latina sta perfettamente dentro questa sfida. L’idea di una nuova politica costruita dal basso che abbia nella difesa dei beni pubblici e dei diritti della persona la sua bandiera essenziale”.

“Anche in questa campagna elettorale, ed in questa fase di difficoltà, noi vogliamo presentare un altro modo di fare politica, diciamo la verità e non promettiamo l’impossibile, diciamo quello che si può fare e non si può fare con la legalità che deve essere sempre la guida. In questo senso la candidatura di Damiano Coletta e il suo messaggio di fondo sono andati anche al di là di Latina. La battaglia non è facile, ma con un ultimo sforzo e il lavoro incredibile che si può ancora fare nelle prossime ore, con questa spinta, con queste idee e questa passione riusciremo insieme a vincerla”.

In chiusura un ultimo augurio del sindaco Coletta. “Abbiamo avuto modo di parlare del Distretto della Salute e del nuovo ospedale e l’augurio che ci siamo scambiati è di poter inaugurare insieme l’esecutività di questi due grandi progetti, lui come ministro e io come sindaco”.

Erano presenti all'incontro anche Fabeizio Porcari e Francesco Pannone, candidato di Riguarda Latina e segretario locale di Articolo Uno. "La visita del Ministro Speranza ci riempie di orgoglio e ci dà la forza per continuare a combattere questa battaglia per la tutela della salute, dei diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione, per la Latina e l'Italia del futuro" ha commentato Pannone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2021, il ministro Speranza a Latina: “Con Coletta una nuova politica dal basso e in difesa dei diritti”

LatinaToday è in caricamento