Venerdì, 12 Luglio 2024
Verso il voto / Terracina

Elezioni amministrative a Terracina, imbrattati i manifesti di due candidati di Fratelli d’Italia

Volti e nomi coperti da vernice rossa e una croce al centro: l’atto vandalico ai danni degli aspiranti consiglieri Luca Caringi e Alessandra Feudi

Un brutto episodio sporca la campagna elettorale per le amministrative di maggio a Terracina dove i manifesti elettorali di due candidati di Fratelli d’Italia al Consiglio comunale sono stati imbrattati. I volti e i nomi sono stati coperti da vernice rossa e una croce è stata disegnata al centro dei manifesti presto rimossi. Un atto vandalico ai danni degli aspiranti consiglieri Luca Caringi e Alessandra Feudi. 

“Una vigliaccheria non solo nei nostri confronti - sottolineano Caringi e Feudi - ma anche delle nostre famiglie e di tutti i candidati al Consiglio comunale, oltre che della collettività tutta, perché anche in questo caso si è persa l'occasione per trasmettere i valori del rispetto e della sana competizione. Ci auguriamo che la cittadinanza sappia condannare questo vile attacco alla libertà democratica di espressione. Siamo certi - concludono Caringi e Feudi - che se questa è la modalità con cui certi personaggi hanno intenzione di contrastare la nostra azione politica per la città e boicottare la nostra candidatura a consiglieri comunali, significa che siamo sulla strada giusta”.

“Quello della provocazione e dei gesti vili, è un modo di condurre la campagna elettorale che condanniamo, un gioco in cui non intendiamo cadere” ha detto il coordinatore comunale di Fratelli d’Italia di Terracina, Fabio Mrinutillo che a nome personale e dell’intero partito ha espresso solidarietà a Caringi e Feudi. “Un brutto episodio che condanniamo fermamente e che ci inquieta e preoccupa per i toni minacciosi in esso contenuti. Fin da subito abbiamo auspicato che questa campagna elettorale potesse essere l’occasione per un aperto e costruttivo confronto tra tutte le forze politiche e sociali della città, per proporre programmi e azioni concrete per un nuovo rilancio di Terracina. E’ in questa ottica che intendiamo continuare a presentare le nostre proposte politiche, anche attraverso l’opera e le idee di Luca e Alessandra, che nelle scorse settimane hanno voluto aderire al progetto di Fratelli d’Italia per Terracina. Chi vuole tentare di continuare ad avvelenare il clima politico e sociale non fa il bene di Terracina e troverà la ferma opposizione dei cittadini e di tutte le forze democratiche. Invece di nascondersi in vili atti vandalici, li sfidiamo al confronto aperto e franco davanti ai cittadini. È questo il solo modo in cui noi intendiamo possa esercitarsi il libero e democratico diritto della libertà di scelta” ha poi concluso. 

Sul caso è intervenuto anche il candidato sindaco Francesco Giannetti. “Un gesto vile e ignobile che lascia sconcertati, e non posso che esprimere tutta la mia solidarietà e la mia vicinanza a Luca e ad Alessandra - ha detto -. Una solidarietà che chiaramente esula dai colori politici, dal momento che gesti del genere sono da condannare a prescindere. Sono fiducioso che su quanto accaduto verrà fatta al più presto chiarezza, e mi auguro che resti un deplorevole episodio isolato. La nostra città ha bisogno di idee e di progetti, non di veleni”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative a Terracina, imbrattati i manifesti di due candidati di Fratelli d’Italia
LatinaToday è in caricamento