Politica Cisterna di Latina

Comunali a Cisterna, il cammino e gli obiettivi di Maria Innamorato

È in corsa per la poltrona di sindaco a Cisterna per il dopo Merolla; cinque le liste che la sostengono e 120 i candidati, Maria Innamorato presenta i suoi obiettivi

Cinque liste e 120 candidati: sono questi i numeri con cui Maria Innamorato, candidato a sindaco, si presenta alle prossime elezioni comunali di Cisterna.

“Sono orgogliosa di avere al mio fianco queste persone, cinque liste e 120 candidati: ecco chi sostiene il Progetto Cittadini Cisternesi, donne e uomini stupendi, che hanno deciso di metterci la faccia in questa sfida, oltre a una grande dose di impegno e coerenza. La nostra squadra copre tutte le frazioni di Cisterna, le fasce sociali, le professioni, con queste liste possiamo farcela", ha sottolineato il candidato a sindaco dopo la presentazione delle liste.

"Cisterna merita un reale rinnovamento della sua amministrazione comunale, un cambiamento che i nostri valori e i nostri programmi possono incarnare. Ogni giorno abbiamo la dimostrazione di come i vecchi amministratori abbiano pensato più agli affari di parte, piuttosto che alla collettività”.

In programma nelle prossime settimane altri “incontri nelle periferie – spiega Maria Innamorato - dove lo stato sociale è troppo spesso dimenticato dalle istituzioni, ospiti di nuclei familiari con i quali è importante valutare insieme idee, progetti e la risoluzione di problematiche specifiche che abbracciano specifiche zone e comunità.

Abbiamo approntato un calendario di iniziative tra le quali vi è l’imminente dibattito pubblico dal titolo ‘Lavoro – Sviluppo – Occupazione’ che si terrà giovedì primo maggio alle ore 10.00 presso il teatro Tres Tabernae di Piazza XIX Marzo.

Riteniamo infatti che il tema del lavoro debba tornare al centro delle scelte politiche ed economiche, a difesa dell’attuale struttura industriale ed agricola presente nel nostro territorio, sostenendo le aziende in crisi a salvaguardia dell’occupazione.

Inoltre la riduzione dei costi della politica è la condizione essenziale per avere buone istituzioni. Un fondamentale obiettivo sarà quindi il riordino e la semplificazione dell’assetto istituzionale ed amministrativo, tagliando con decisione gli sprechi ed i privilegi che non sono compatibili con l’efficienza e la buona amministrazione, al fine di reperire risorse per incentivare l’occupazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali a Cisterna, il cammino e gli obiettivi di Maria Innamorato

LatinaToday è in caricamento