rotate-mobile
Verso il voto

Elezioni comunali a Latina, M5S: “Prosegue il confronto con la coalizione di centrosinistra”

A chiarire la posizione del Movimento 5 Stelle in vista del voto di maggio è la referente locale Ciolfi: “Il nostro ingresso in coalizione sarà determinato dai temi e dai punti programmatici"

Sono settimane intense queste per la definizione delle coalizioni in vista delle elezioni amministrative del 14 e 15 maggio a Latina. Le primarie del centrosinistra del 2 aprile hanno visto vincere Damiano Coletta che sarà ora il candidato a sindaco della coalizione progressista che sfiderà Matilde Celentano e il centrodestra. 

Nel corso di una conferenza stampa ieri Coletta e gli altri due candidati delle primarie, Daniela Fiore e Filippo Cosignani, hanno sottolineato l’importanza di allargare la coalizione, strizzando l’occhio al Movimento 5 Stelle e al Terzo Polo. 

Movimento 5 Stelle che attraverso la sua referente locale, Maria Grazia Ciolfi, ha chiarito la sua posizione. “Sin dall'inizio abbiamo condiviso il perimetro politico che si è andato a delineare nell’area progressista e oggi, all'esito delle primarie, proseguiamo coerentemente il percorso di confronto iniziato e ci congratuliamo con il neo candidato sindaco della coalizione di centrosinistra, Damiano Coletta” ha detto Ciolfi che mette però in chiaro un punto. “Il nostro ingresso in coalizione sarà determinato dai temi e dai punti programmatici in cui la coalizione intenderà identificarsi. Le proposte programmatiche rappresentano per noi il motore propulsivo e il punto di incontro intorno al quale forze politiche diverse, ma con obiettivi comuni, possono fare sintesi e costruire una vera opportunità di cambiamento per la nostra città”.

“Per il M5S la priorità è rappresentata dalle azioni urgenti da mettere in campo, dalla visione del futuro della città, dalla concretezza del programma e dal cronoprogramma per realizzarlo. Abbiamo concluso la procedura di richiesta di certificazione della lista e siamo pronti a scendere in campo con azioni politiche imprescindibili per avviare la ricostruzione di un capoluogo di provincia ormai da troppo tempo relegato a un ruolo marginale. La nostra disponibilità a fare sintesi su priorità programmatiche condivise - ha aggiunto Ciolfi - è subordinata a creare i presupposti e gli strumenti  per la ripresa economica e culturale della città, per l’attuazione di politiche attive del lavoro, di politiche innovative che ci proiettino verso le nuove  tecnologie e politiche ambientaliste in linea con i dettami europei di riconversione Green in tutti gli ambiti previsti, con particolare attenzione alle stringenti misure da mettere in atto, proprio a partire dagli enti locali, per contrastare le emergenze sempre più incalzanti quali quella climatica, in particolare la siccità, questione quest'ultima che ci impone una primaria riflessione sulla nostra partecipata Acqualatina. Allo stesso tempo la nostra attenzione è ferma sulle criticità strutturali e organizzative che viviamo tutti i giorni, dalla manutenzione stradale, al decoro, al servizio di raccolta dei rifiuti, allo sviluppo turistico ed in particolare al rilancio della marina, dall'attuazione del PUA, sino alla valutazione di un progetto più ampio di portualità. Infine, in cima a tutto, c’è il confronto con i cittadini e l'efficienza della macchina amministrativa, senza la quale qualsiasi partita è persa in partenza.

Questi rappresentano per il M5S i presupposti per aderire alla coalizione progressista” ha poi concluso l’ex consigliera comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali a Latina, M5S: “Prosegue il confronto con la coalizione di centrosinistra”

LatinaToday è in caricamento