rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Domenica di voto

Election Day, affluenza flop per il referendum anche in provincia. Sette comuni al voto per le amministrative

Nel territorio pontino meno di un elettore su 5 ha votato per il referendum, in calo l'affleunza per le comunali. Luned 13 alle 14 lo scrutinio per l’elezione del sindaco

Si è votato domenica 12 giugno in sette comuni della provincia di Latina per le elezioni amministrative e in tutti e 33 i centri pontini per il referendum sulla Giustizia. I seggi sono stati aperti questa mattina alle 7 e gli elettori hanno avuto la possibilità di recarsi alle urne fino alle 23. Una sola giornata di voto dunque, per questo election day e, terminate le operazioni di voto, dal Ministero dell’Interno sono stati resi noti i dati sull’affluenza. Già questa sera inizierà lo scrutinio per il referendum, mentre per lo spoglio relativo alle amministrative bisognerà attendere le 14 di lunedì 13 giugno.

Affluenza alle urne 

Il primo dato importante però che emerge da questa giornata di voto è legato al referendum che per essere valido, infatti, doveva raggiungere il quorum, vale a dire la metà più uno degli aventi diritto. Quorum che non è stato raggiunto. E’ stata infatti un flop l’affluenza alle urne anche nella provincia di Latina: solo questa mattina presto è stato ufficializzato il dato e nel territorio pontino ha votato meno di un elettore su 5, mentre in tutto il Paese meno il 20,93%.

Referendum: l'affluenza in tutti i comuni della provincia di Latina 

Non sfonda neanche l'affluenza nei sette comuni che sono tornati alle urne per le amministrative che ha fatto poi registrare una flessione rispetto alla precedente tornata elettorale (appena disponibile pubblicheremo il dato definitivo).  

Elezioni amministrative: l'affluenza in tutti e 7 i comuni pontini al voto  

Elezioni comunali 2022: sette comuni pontini al voto

Come detto sono stati sette i comuni della provincia di Latina dove si è votato per eleggere il sindaco e per il rinnovo dei Consigli comunali: Cori, Gaeta, Ponza, Sabaudia, San Felice Circeo, Santi Cosma e Damiano e Ventotene. Sono solo due i comuni con più di 15mila abitanti e dove se nessuno dei candidati sindaco dovesse ottenere la maggioranza delle preferenze, quindi, si andrà al ballottaggio il 26 giugno. Si tratta di Gaeta, dove gli elettori sono stati chiamati ad eleggere il successore di Cosmo Mitrano che ha guidato la città nell’ultimo decennio, e Sabaudia che, travolta dall’inchiesta Dune che nel febbraio scorso ha portato agli arresti domiciliari anche la sindaca Giada Gervasi (poi revocati), è tornata al voto dopo mesi di commissariamneto. Per gli altri cinque comuni (Cori, Ponza, San Felice Circeo, Santi Cosma e Damiano e Ventotene) già nel pomeriggio di luned 13 conosceremo sicuramente il nome del nuovo primo cittadino. 

Elezioni comunali 2022: tutti i candidati e le liste nei 7 comuni pontini al voto  

Referendum sulla Giustizia

Come detto oggi si è votato anche tutti e 33 i comuni della provincia di Latina per il referendum sulla Giustizia. Dei sei quesiti che erano stati presentati dalla Lega di Matteo Salvini e dai Radicali italiani, sono cinque quelli che hanno passato il vaglio della Corte Costituzionale: dalla legge Severino alla custodia cautelare, dalla separazione delle funzioni tra giudici e pm alla partecipazione di avvocati e accademici alle valutazione dei magistrati, alla raccolta di firme per candidarsi al Csm. Il quorum non è stato raggiunto, ma comunque domani mattina, al termine dello scrutinio, si conoscerà comunque l’orientamento di voto degli elettori che si sono recati alle urne anche nella provincia di Latina.

Referendum sulla Giustizia: quello che c’è da sapere sui 5 quesiti 

Le norme anti-Covid

Anche per questa tornata elettorale e referendaria sono state disposte una serie di misure da seguire durante le operazioni di voto per prevenire il rischio d’infezione da coronavirus. Un protocollo siglato nelle scorse settimane dai ministri dell’Interno, Luciana Lamorgese, e della Salute, Roberto Speranza. Nel documento sono state fornite le indicazioni circa le misure organizzative e di protezione al fine di, si legge in una nota, evitare, in ogni modo, rischi di aggregazione e di affollamento, garantire l’adeguata aerazione negli ambienti al chiuso e disporre una efficace informazione e comunicazione. "Fortemente raccomandato”, poi, ma non obbligatorio l'uso delle mascherine (qui tutti i particolari). 

Misure anti-Cvoid: le regole nei seggi 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Election Day, affluenza flop per il referendum anche in provincia. Sette comuni al voto per le amministrative

LatinaToday è in caricamento