Giovedì, 18 Luglio 2024
Elezioni amministrative 2023

Polo universitario negli edifici di fondazione: l’impegno del ministro Sangiuliano per Latina

Anche di questo si è discusso nel corso della visita del ministro della Cultura nel capoluogo per sostenere la candidatura a sindaco di Matilde Celentano. Sempre stamattina Sangiuliano è stato anche a Terracina

Arrivato per garantire il suo supporto alla candidata sindaco Matilde Celentano, la visita di oggi a Latina ha offerto la possibilità al ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano di visitare alcuni dei luoghi simbolo del razionalismo pontino dal Palazzo M all’intendenza di Finanza, e non solo. 

Sangiuliano è arrivato, infatti, nel capoluogo pontino questa mattina e la prima tappa è stata proprio a Casa Latina, il point della candidata sindaco del centrodestra alle amministrative del 14 e 15 maggio, dove è stato accolto anche dal senatore e coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Nicola Calandrini. 

“Conosco bene Latina, ci sono stato in occasione della presentazione di molti miei libri - ha detto il ministro -. Sono convinto che la cultura, oltre ad arricchire l’animo possa essere un volano dal punto di vista sociale. Qui c’è un unicum di sedimento storico significativo, con realtà che si sono sovrapposte nel corso dei secoli. Sono qui per stabilire un rapporto diretto con il prossimo sindaco, Matilde Celentano, per lavorare insieme a progetti comuni che possano accrescere la città. Sono al lavoro per una nuova idea, la capitale dell’arte Contemporanea, dedicata ogni anno a una realtà medio grande italiana. Sono certo che Latina abbia tutte le carte in regola per giocare una partita importante in ambito culturale”.

Elezioni amministrative 2023: il ministro Sangiuliano a Latina per Celentano

Subito dopo la tappa a Casa Latina il ministro della Cultura, accompagnato dagli Architetti Massimo Palumbo e Paolo Costanzo, ha visitato Palazzo M, che oggi ospita il comando provinciale della Guardia di Finanza e l’ufficio passaporti della Questura, il Palazzo delle Poste e il Palazzo dell’Intendenza di Finanza, percorrendo a piedi il centro cittadino.
“I palazzi di fondazione della città di Latina sono un patrimonio assoluto che ben si sposa con la presenza dell’Università a Latina. L’idea di implementare l’offerta universitaria rimodulando l’utilizzo dei palazzi storici della città credo sia non solo possibile ma auspicabile – ha concluso il Ministro –. Subito dopo le elezioni ci sederemo attorno a un tavolo per discuterne e far diventare realtà questa progettualità”. “L’Idea di concentrare gli studenti universitari in centro utilizzando i palazzi di fondazione e accrescendo l’offerta formativa è un caposaldo del programma politico del centrodestra – ha spiegato il senatore Calandrini – sono felice che, passeggiando per il centro cittadino, il Ministro Sangiuliano abbia colto la fattibilità e la bontà di questo progetto e preso l’impegno, a nome del governo, di trasformare questa idea in realtà”.

“La presenza a Latina del ministro Sangiuliano ci dà ulteriormente ragione dell’attenzione mostrata dal Governo di centrodestra alla prima città del Lazio dopo Roma Capitale - ha detto Celentano -. Lo ringrazio per l’impegno a trasferire negli edifici di fondazione il polo universitario di Latina da ampliare con nuove facoltà. Latina ha tutte le carte in regola per diventare capitale dell’Arte contemporanea. Abbiamo all’orizzonte l’appuntamento del Centenario della nostra città, simbolo del Razionalismo, che merita molto di più. Non ci faremo trovare impreparati. Il ministro della Cultura farà parte della Fondazione che vogliamo costituire per pianificare il percorso che ci condurrà al 2032. 

La cultura - ha aggiunto la candidata sindaco del centrodestra - è una risorsa, da utilizzare quale attrattore turistico che va supportato con operazioni di marketing territoriale in parallelo con la messa a sistema dei musei, dei teatri, della pinacoteca, del sito archeologico di Satricum. E’ questa una delle priorità del nostro programma di governo della città, una città abbandonata per troppi anni da ‘quello di prima’. I palazzi e le piazza di fondazione, che oggi il ministro ha voluto visitare devono tornare il fiore all’occhiello del capoluogo. Latina può diventare la capitale della cultura europea, un simbolo internazionale del Razionalismo del Mediterraneo. Oggi abbiamo ricevuto, nella sede di Casa Latina, insieme al ministro, la professoressa Marijke Gnade, direttrice degli scavi di Satricum, e Linda Siddera in rappresentanza della famiglia Santarelli titolare di Casale del Giglio che sostiene le attività archeologiche in corso. Il ministro ha dato loro la parola di tornare presto a Latina per una visita a borgo Le Ferriere”. 

La visita a Terracina

Prima di arrivare a Latina il ministro Sangiuliano era stato anche a Terracina per sostenere la candidatura a sindaco di Francesco Giannetti. “Sono qui per iniziare un rapporto diretto e proficuo e lavorare insieme a progetti che possano ulteriormente valorizzare e farci apprezzare Terracina” ha detto il ministro che inaugurato i lavori in due luoghi simbolo della città per i quali sono stati stanziati complessivamente quasi tre milioni e mezzo di euro. La prima tappa è stata nell’area del Santuario di Giove Anxur, dove i 450mila euro stanziati dal Ministero serviranno per opere di consolidamento e di restauro. Tra le altre cose si procederà a ripulire il Piccolo Tempio da scritti e graffiti, per riportare alla luce gli intonaci di età romana e medievale. “Abbiamo fatto rimuovere una vergognosa svastica, un simbolo abominevole la cui eliminazione permetterà di recuperare importanti affreschi. Gli altri non lo avevano fatto”, ha tenuto a commentare Sangiuliano. Seconda tappa al Teatro Romano, nel cuore del centro storico alto; un patrimonio immenso che sta tornando alla luce e per il quale il Ministero ha stanziato ben 3 milioni di euro per lo scavo, la ricostruzione delle gradinate e il restauro anche degli splendidi marmi colorati orientali e degli intonaci ancora esistenti. Sangiuliano è stato accompagnato nella visita dal soprintendente Francesco Di Mario, dal candidato Francesco Giannetti e dall’europarlamentare Nicola Procaccini.

ministro sangiuliano terracina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polo universitario negli edifici di fondazione: l’impegno del ministro Sangiuliano per Latina
LatinaToday è in caricamento