Sabato, 20 Luglio 2024
Politica

Elezioni amministrative a Latina, tra Lbc e Pd torna il sereno: verso le primarie di coalizione

Il segretario comunale del Partito Democratico Majocchi: “Benissimo l’apertura alle primarie di coalizione di Latina Bene Comune. Scongiuriamo divisioni dannose e non capite"

Mancano due mesi alle elezioni comunali del 14 e 15 maggio che vedranno tornare alle urne anche i cittadini di Latina chiamati a esprimersi per scegliere il nuovo sindaco e per il rinnovo del Consiglio comunale. Una consultazione importante che arriva dopo la fine anzitempo dell’amministrazione Coletta e dopo 8 mesi di commissariamento. E lo sanno bene in entrambi gli schieramenti, quello di centrosinistra e quello di centrodestra, che non possono permettersi passi falsi. A partire dal nome del candidato sindaco. 

E proprio nel centrosinistra, dopo giorni turbolenti, sembra essere tornare il sereno. Intesa raggiunta nella giornata di ieri tra Latina Bene Comune e Pd che si sono ritrovati dopo gli strappi della scorsa settimana e guardano alle primarie di coalizione per la scelta proprio del candidato alla carica di primo cittadino. Questo quanto emerso al termine di un incontro che c’è stato tra le delegazioni che ha riaperto quei canali di comunicazione che erano stati bruscamente interrotti dopo la nota della segretaria di Lbc che chiudeva le porte alle primarie e la dura replica del segretario provinciale del Pd, Omar Sarubbo.

L’incontro di ieri, dunque, sembra come detto aver fatto ritornare il sereno. Come traspare anche dalle parole del segretario comunale del Pd di Latina Leonardo Majocchi affidate alla sua pagina Facebook. “Molto positiva la giornata di oggi - ieri ndr -. Benissimo l’apertura alle primarie di coalizione di Latina Bene Comune. Scongiuriamo divisioni dannose e non capite. Le primarie sono uno strumento giusto e possono darci mobilitazione. Così la coalizione si rafforza e si scongiurano strade solitarie. Siamo molto felici del percorso che stiamo facendo con il Pd Latina con equilibrio, apertura ed unità. Ora procediamo veloci”.

Campagna: “Bene convergenza Pd-Lbc. Avanti con il progetto di coalizione”

Ora c’è da definire la data del voto - potrebbe essere quella del 2 aprile - e le regole di svolgimento delle primarie. E, soprattutto, i nomi. Sul fronte Lbc sembra papabile proprio quello dell’ex primo cittadino Damiano Coletta, mentre si lavora all’interno del Partito Democratico. E sempre nella serata di ieri la prima a ufficializzare la proprio disponibilità a concorrere per le primarie è stata l’ex consigliera comunale del Pd Daniela Fiore. “Le primarie per noi sono un'idea di coinvolgimento e di apertura a tutti i cittadini. Abbiamo proposto un percorso che è stato condiviso dalle forze civiche della città e nei prossimi giorni il Pd Latina  sceglierà il proprio candidato” ha scritto Fiore su Facebook. “Ho comunicato al direttivo del mio partito la disponibilità a rappresentare le democratiche e i democratici nelle elezioni primarie per la scelta del candidato sindaco”. Tra gli alti nomi circolati negli ultimi giorni anche quello di Enzo De Amicis. 

I tempi stringono, fra un mese dovranno essere presentate le liste e le candidature, saranno decisivi i prossimi giorni per delineare il quadro nel centrosinistra, come anche nel centrodestra al lavoro ancora per trovare un nome che metta tutti d’accordo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative a Latina, tra Lbc e Pd torna il sereno: verso le primarie di coalizione
LatinaToday è in caricamento