Politica

Elezioni 2021, Carnevale: "La città del futuro? Quella che dà fiducia ai giovani"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

A pochi giorni dall'esito delle urne il candidato consigliere Massimiliano Carnevale, in corsa con La Lega-Salvini Premier insieme ad una brillante e competente esponente politica come Giovanna Miele, guarda al futuro con ottimismo per Latina, una città che deve assolutamente ritrovare il ruolo di prestigio che le compete. Battagliero come pochi in consiglio comunale, vera icona di una sempre attenta e intelligente opposizione al mal governo, sempre in prima fila a combattere le ingiustizie, pronto a metterci la faccia e a profondere tutte le energie a difesa dei diritti e della verità, Carnevale è pronto per una nuova sfida politica fatta di passione, impegno, dedizione e abnegazione, tutte virtù che lo hanno sempre contraddistinto in politica.

Perché la politica oggi si deve riconciliare con la collettività, ripartendo dal territorio per conoscere a fondo le reali esigenze delle persone, come hanno fatto in tutto questo tempo Carnevale e Miele nell'ascoltare le problematiche dei cittadini. "La Latina del futuro è quella che dà spazio e fiducia ai propri giovani. Con l'amministrazione Coletta i ragazzi sono stati mortificati e soprattutto privati di luoghi adeguati allo studio, al divertimento, alla pratica sportiva". A cominciare da un luogo "sacro" per lo studio e la cultura come la biblioteca: "La biblioteca comunale è chiusa da oltre un anno con i lavori che si protraggono senza alcuna certezza. Un luogo di studio e cultura ma anche aggiungerei di socialità fondamentale per i nostri giovani. Un luogo invece che oggi è negato e farò in modo che il Centrodestra, con la futura amministrazione, restituisca ai ragazzi in tempi celeri". Una città che sembra aver perso entusiasmo e soprattutto idee e progettualità: "Dobbiamo facilitare l'arrivo di chi ha idee, di chi crea posti di lavoro, di chi scommette su Latina come destinazione del proprio futuro. E dobbiamo fare in modo che i ragazzi della nostra città vogliano restare a Latina, per viverla e farla crescere. Vale allora la pena scommettere con entusiasmo, fiducia e volontà sui nostri talenti". Anche il settore universitario necessita di investimenti e progetti a lungo termine. "L'università va potenziata cercando intese con La Sapienza e portando qui facoltà e indirizzi accademici che possano attrarre gli studenti anche fuori sede per daree loro prospettive lavorative. Una Latina Città Universitaria è assolutamente possibile e fattibile".

Rilanciare il commercio in piena sicurezza anche nei luoghi della cosiddetta movida giovanile:"Occorre rilanciare le attività dei pubblici servizi, rendere la zona dei pub più attiva e sicura, organizzare anche eventi tutto l'anno sfruttando il clima della città: tutto questo può dare opportunità ai nostri giovani di divertirsi e socializzare il piena sicurezza". Veniamo alla nota dolente dell'amministrazione uscente: lo sport. Ci sono associazioni sportive che sono state fortemente penalizzate a causa delle problematiche legate all'impiantistica per non parlare di eventi sportivi storici che si sono dovuti fermare... "Per noi è primario l'impegno nel sostenere e incentivare le associazioni sportive: sarà il nostro imperativo per restituire loro la dimensione che meritano. Il sindaco uscente Coletta ha inferto colpi mortali allo sport. Ora è il momento di alzare la testa e il Comune deve schierarsi al fianco e non, come ha fatto l'ultima amministrazione, contro le associazioni sportive. Perché le associazioni sportive hanno un ruolo centrare nell'educazione e nella formazione dei nostri figli, a conferma anche dell'importanza dell'interazione e della sinergia tra famiglia, scuola, associazioni sportive e istituzioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2021, Carnevale: "La città del futuro? Quella che dà fiducia ai giovani"

LatinaToday è in caricamento