Domenica, 21 Luglio 2024
Verso il voto

Cinque azioni in cinque mesi: Matilde Celentano presenta il programma di governo

La candidata sindaco di Latina, insieme alla coalizione di centrodestra, ha spiegato i punti fondamentali del programma con cui si presenta agli elettori

La candidata sindaco di Latina Matilde Celentano ha presentato questa mattina i punti principali del suo programma di governo della città, condiviso da tutta la coalizione di centrodestra. I punti fondamentali del programma sono stati presentati dai referenti delle cinque liste: Maurizio Guercio per Fratelli d’Italia, Vincenzo Valletta per la Lega, Stefano Cardillo per Forza Italia, Efrem Romagnoli per Matilde Celentano Sindaco e Alessandro Paletta per Udc.

Fra i punti illustrati, lo sviluppo del piano di governo del territorio tramite la revisione dei piani particolareggiati annullati seguendo le indicazioni degli organi di controllo. Fondamentali saranno anche la manutenzione del verde, tpl e mobilità sostenibile e la rimodulazione dell’isola pedonale. "Il decoro - spiegano - è una condizione basilare, in centro come in periferia, perché Latina sia attrattiva per i cittadini e per chi vuole investire sul territorio. Priorità anche alla realizzazione di nuove reti stradali, tranvia di superficie, nuovi collegamenti con la stazione e piste ciclo-pedonali. L’impegno del nuovo governo è per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per l’istituzione del disability manager". Per quanto riguarda i servizi al cittadino si è parlato dell'intenzione di trasformare Abc in una multiservizi, di revisionare gli uffici della pubblica amministrazione a partire dalle sedi comunali e dare sostegno alle famiglie e alla natalità anche attraverso il potenziamento dell’offerta di asili nido. Centrale nel programma del centrodestra anche l'università, con nuove facoltà e il trasferimento del polo universitario nel nucleo di fondazione.

Ma si è parlato anche del progetto della Roma-Latina e del porto, di wi fi gratuito nei luoghi di aggregazione e banda larga in città e nelle aree industriali. Poi  riassetto degli spazi culturali a partire dalla riapertura della biblioteca e della Banca d’Italia, con una destinazione per i giovani da decidere insieme al confronto con la città. "Un capitolo di bilancio sarà dedicato ai borghi - spiegano i componenti della coalizione - perché possano avere una manutenzione sistematica. La persona sarà al centro: implementazione dei centri disabili e della medicina di prossimità". Nel programma si fa inoltre riferimento a politiche per l’invecchiamento attivo e allo sviluppo di Casa Aima dove i malati di Alzherimer possano trovare accoglienza.

"Fondamentale - aggiungono - sarà la marina, con una revisione della viabilità dal lato destro e sinistro, il completamento di via Massaro, una sistemica attività di salvaguardia e conservazione della costa tramite il ripascimento di concerto con i comuni limitrofi e un programma di eventi. Per la sanità è stato ribadito l’impegno del governo: modernizzare l’ospedale Santa Maria Goretti tramite i 20 milioni di euro annunciati dal ministro alla sanità e impegnarsi tramite la filiera di governo alla realizzazione del nuovo policlinico a Borgo Piave". Infine, si è parlato dell'anniversario dei 100 anni dalla fondazione della città, per il quale sarà necessario attivare un comitato che raccolga proposte e istanze e costituire la Fondazione Latina 100.

“L’idea di città che abbiamo immaginato – ha dichiarato la candidata sindaco Matilde Celentano - guarda alla indispensabile valorizzazione della conoscenza, di qualsiasi livello. La nostra attenzione sarà rivolta in primis alla formazione, dagli asili nido e fino all’università, vero portale d’ingresso nel mondo per i nostri giovani. Una città a forte vocazione universitaria garantisce fermento culturale, innovazione, ricerca e sinergia con le imprese e le aziende del territorio affinché sia volano di sviluppo economico, dunque fonte di benessere per la popolazione. Una popolazione di ragazzi per i quali, a Latina, si aprirebbero opportunità di studio, impiego e, di conseguenza, la possibilità di metter su famiglia e restare nel capoluogo. Un comune nel quale insistono una popolazione in crescita e attività prospere, diventa in breve un comune capace di investire sul proprio presente e sul proprio futuro, valorizzando le tantissime peculiarità che possiede per svilupparne le indiscutibili vocazioni. Oltre dieci chilometri di costa, il parco nazionale e i laghi costieri, unitamente alla fascia collinare e montuosa ricca di storia e tradizione, ci rendono attrattivi sia sotto il profilo turistico che quello imprenditoriale. Latina è una città con un territorio bellissimo che negli ultimi anni ha indossato un brutto vestito. Sta a noi disegnare l’abito che merita. Al centro del nostro progetto ci sono le persone, di qualsiasi età e di qualsiasi estrazione. Come riteniamo di dover tracciare percorsi in grado di generare opportunità future ai giovani, così abbiamo intenzione di lavorare sul welfare affinché le persone più fragili e avanti con l’età, possano vivere una dimensione umana e socialmente inclusiva. In definitiva un luogo dove vivere possa diventare un desiderio e non una condanna com’è ora”. L'impegno è di realizzare cinque punti del programma nei primi cinque mesi di governo: cura del verde e ritorno dell'acqua nelle fontane storiche, il ritorno degli uffici anagrafe in centro, vigile urbano in strada, riapertura della Pinacoteca e del Procoio, un programma di eventi per la marina e la città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque azioni in cinque mesi: Matilde Celentano presenta il programma di governo
LatinaToday è in caricamento