menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Europee 2019, Adinolfi candidato con la Lega. Parte la campagna elettorale

Primo appuntamento alla ManCoop di Santi Cosma e Damiano simbolo della reindustrializzazione: “Dall’Europa serve un piano Marshall per lavoro e infrastrutture"

In corsa come candidato della Lega alle elezioni europee del 26 maggio, Matteo Adinolfi ha aperto la sua campagna elettorale con la visita allo stabilimento ManCoop di  Santi Cosma e Damiano. Un’appuntamento che ha visto una grande partecipazione in un luogo simbolo del lavoro e della voglia di non arrendersi alle logiche perverse della delocalizzazione delle produzioni industriali e, anche, del famigerato dumping fiscale. 

La ManCoop nata dalle ceneri di un’azienda che produceva pellicole per imballaggi grazie agli ex  operai che hanno rischiato di tasca propria mettendo a disposizione del progetto di reindustrializzazione i loro soldi, le loro competenze e la loro esperienza, oggi vanta circa 300 addetti ed è un’eccellenza della provincia di Latina e di tutta Italia. Una scelta simbolica dunque quella di Adinolfi per sottolineare che oggi la nostra provincia e il nostro Paese hanno bisogno di lavoro, di investimenti e di persone che abbiano voglia di valorizzare le proprie esperienze e competenze in progetti industriali supportati dalle istituzioni, locali, nazionali e ed europee.

“In Europa - ha detto Matteo Adinolfi, - mi batterò per un grande piano Marshall riguardante gli investimenti per il lavoro e per le infrastrutture per la nostra provincia e per tutta Italia. Questi operai che hanno rischiato di tasca propria, ridando vita ad un sito industriale e produttivo che è un fiore all’occhiello di tutta la nostra nazione, sono un simbolo che dobbiamo coltivare. 

Oggi le istituzioni europee, invece di guardare ai decimali del deficit, devono pensare ad un grande piano di finanziamenti  che valorizzi il lavoro, consenta ai paesi dell’Unione di investire in infrastrutture moderne come strade e ponti sicuri: opere pubbliche strategiche che supportino la crescita e lo sviluppo di quei territori troppo spesso dimenticati”. 

“La nostra provincia - prosegue il candidato della Lega al parlamento Europeo - ha bisogno di un grande piano per la reindustrializzazione, per i collegamenti viari e di rappresentanti che abbiamo profondamente a cuore le sorti di questo territorio. Allo stesso tempo, l’Italia ha bisogno di rappresentati in Europa che si battano contro chi pratica politiche di delocalizzazione selvaggia del lavoro, oltre ad uno spregiudicato dumping fiscale favorito da quei paesi membri dell’Unione che da un lato ci chiedono di inasprire la pressione fiscale su imprese e lavoratori e poi dall’altro provano a sottrarci le nostre migliori aziende e le nostre linee di produzione industriale. Con la Lega forte in Europa e al governo del Paese questo non sarà più tollerato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento