rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica

Elezioni europee 2019: il sindaco Coletta non si candida. No all’invito di Italia in Comune

La scelta del primo cittadino di declinare l’invito per le consultazioni del 26 maggio: “Sono stato eletto per fare il sindaco. E’ giusto che la mia mente e il mio cuore siano soltanto per Latina e per i miei concittadini”

Il sindaco di Latina Damiano Coletta non si candida alle elezioni europee del prossimo 26 maggio. Il primo cittadino del capoluogo pontino, e presidente di Lbc, ha di fatto declinato l’invito di Italia in Comune di partecipare alle consultazioni. 

Una decisione che, commentano dal movimento Latina Bene Comune che si dice orgoglioso della scelta, è “la dimostrazione del grande senso di responsabilità nei confronti della carica che ricopre e dell'istituzione che rappresenta. Ed è anche un segno di grande attaccamento alla cittadinanza. Amare profondamente la propria città, vuol dire anteporre il bene comune e gli impegni presi alla propria carriera politica".

Sono lusingato della proposta che ho ricevuto da Italia in Comune ma ho gentilmente declinato l'invito a candidarmi alle prossime europee - ha detto il sindaco Coletta -. Nel 2016 sono stato eletto per fare il sindaco della mia città. In questo momento e fino a quando avrò questa responsabilità è giusto che la mia mente e il mio cuore siano soltanto per Latina e per i miei concittadini. Nello stesso tempo rispetto e comprendo le scelte dei colleghi di Italia in Comune, che come me vengono tutti dal civismo. Sono sicuro che non faranno fatica a comprendere il perché di questa mia decisione”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni europee 2019: il sindaco Coletta non si candida. No all’invito di Italia in Comune

LatinaToday è in caricamento