rotate-mobile
Politica

Europee, nessun pontino in Parlamento. A Cusani non bastano 55mila voti

Niente da fare per Maietta, Tiero e Raimondi, candidati rispettivamente con Fratelli d'Italia, Ncd e Scelta Europea. Alessandra Mussolini, invece, spegne il sogno di Cusani di andare in Europa

Nessun pontino al Parlamento Europeo. Questo è l’esito delle consultazioni dello scorso 25 maggio che vede fuori dai giochi tutti e quattro i candidati pontini.

Ma se per Pasquale Maietta ( Fratelli d’Italia) - terzo in tutta la circoscrizione - , Enrico Tiero, (Nuovo Centrodestra) - sesto in tutta la circoscrizione - , nonostante le buone prestazioni locali, le speranze erano già svanite qualche ora dopo il termine dello scrutinio, così come per Antonio Raimondi (Scelta Europea) - quinto in tutta la circoscrizione -, per Cusani il sogno di arrivare a Bruxelles si è spento dopo la decisione di Alessandra Mussolini di dare le dimissioni da senatrice per andare al Parlamento Europeo.

Non sono bastate al candidato pontino di Forza Italia le oltre 55mila preferenze in tutta la circoscrizione dell’Italia centrale – di cui quasi 26mila in provincia – per arrivare in Europa.

Dietro, infatti, a Tajani e la stessa Mussolini il suo futuro era inevitabilmente legato alla decisione della senatrice di Forza Italia che con un tweet ieri pomeriggio ha spento ogni dubbio: “Chi è stato votato per andare in Europa – si legge nel messaggio – non tradisca il mandato degli elettori”. Niente da fare, quindi, per il candidato pontino.

I RISULTATI DELLE EUROPEE IN PROVINCIA

CUSANI: "RISULTATO STRABILIANTE" - "Un risultato strabiliante - commenta Cusani - di cui non posso che essere pienamente soddisfatto".

"Sono felice del consenso che gli elettori mi hanno accordato. A tutti coloro che hanno espresso la mia preferenza va un mio sentito ringraziamento. Anche se i seggi non sono sufficienti a conclamare la mia elezione al Parlamento Europeo, posso ritenermi più che soddisfatto del risultato che non ho raggiunto da solo bensì con il supporto del partito ed il sostegno di una squadra che ha lavorato per me con passione e professionalità. È con loro e con tutti gli elettori che hanno fatto il tifo per me che devo condividere questo traguardo importante".

FRATELLI D'ITALIA - “Il risultato elettorale relativo all’intero territorio provinciale - commenta il coordinatore provinciale del partito, Nicola Calandrini - evidenzia che Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale rappresenta il quarto partito, attestandosi al 7,28% incrementando di circa quattromila voti, in termini assoluti, il numero di consensi rispetto alle elezioni politiche dello scorso anno, passando a 17.573 voti. In alcune città, in particolare, il nostro partito supera il 10%, a partire dal capoluogo e passando per Terracina, Sabaudia, Cisterna e Sermoneta. Si tratta di indicazioni molto importanti e confortanti per un partito, come il nostro, che è nato da poco più di un anno e che conferma di avere proprio in questa provincia una delle roccaforti di consensi più importanti a livello nazionale. Nella città di Latina, dove il partito tocca quasi l’11% (il 10,75) i consensi in termini assoluti sono cresciuti di quasi cinquecento unità.

Insomma, a livello locale Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale ha fatto in pieno il proprio dovere per cercare di arrivare alla soglia del 4% su scala nazionale, percentuale che purtroppo non è stata raggiunta per pochi decimali.  Un altro elemento che volevo offrire alla riflessione è che i partiti di centrodestra, sia a Latina città che in tutta la provincia, superano insieme abbondantemente il 40%, mostrando una tenuta rispetto al dato nazionale ma evidenziando anche che quando il centrodestra è aggregato risulta vincente mentre gli elettori penalizzano la frammentazione dell’area”.     

“Ritengo che l’obiettivo della mia candidatura “di servizio” abbia raggiunto lo scopo principale - commenta il candidato pontino alle europee, l’on. Pasquale Maietta -, quello di consentire al partito di fornire un contributo importante a livello locale per il raggiungimento del 4% su base nazionale. L’evidente incremento di consensi su scala provinciale conferma la tendenza al radicamento di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale. Ringrazio gli elettori e tutti coloro che mi hanno sostenuto in questo percorso elettorale, il mio rinnovato impegno politico e istituzionale di parlamentare continua con rinnovato slancio in favore della mia città e dell’intero territorio provinciale”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europee, nessun pontino in Parlamento. A Cusani non bastano 55mila voti

LatinaToday è in caricamento