rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
L'analisi del voto

Elezioni: con Matilde Celentano il centrodestra stravince a Latina. Fratelli d’Italia primo partito

Una vittoria netta per la coalizione al fianco di Celentano in queste amministrative dove la sorpresa è stata proprio la lista che porta il nome della candidata sindaco. Sconfitta pesante per il centrosinistra che passa all’opposizione

Matilde Celentano e il centrodestra stravincono le elezioni amministrative e dopo 7 anni a guida Coletta si riprendono la città. Lo raccontano i numeri che parlano di oltre il 70% delle preferenze per la nuova sindaca del capoluogo pontino e di oltre il 72% per le cinque liste che l’hanno sostenuta in questa corsa che l’ha portata a essere la prima donna alla guida del Comune a Latina. Numeri schiaccianti che dall’altro lato raccontano una sconfitta pesante per la coalizione progressista che aveva indicato nell’ex primo cittadino Damiano Coletta il suo candidato per la fascia tricolore. 

“Sono emozionata, felice e orgogliosa di questo risultato che va anche al di là delle aspettative. C’è la consapevolezza però del duro lavoro che ci aspetterà già nei prossimi giorni dopo anni di immobilismo” ha commentato Celentano ieri a caldo e a scrutinio ancora in corso.

Fratelli d’Italia primo partito, la lista di Celentano la sorpresa

È un centrodestra compatto quello che esce da queste elezioni, che ha fatto quadrato intorno al nome di Matilde Celentano a Latina guidato ancora da Fratelli d’Italia che anche in queste amministrative, come era accaduto anche alle politiche di settembre e alle regionali di febbraio, si conferma il primo partito raddoppiando i voti ottenuti alle elezioni del 2021: allora erano state 8.899 le preferenze sfiorando quasi il 15%, mentre oggi i voti sono stati 16.756 superando il 29%. Fratelli d’Italia piazza in Aula 9 consiglieri ed è ovviamente il partito più rappresentato. Ma la vera sorpresa di queste elezioni è il risultato ottenuto dalla lista Matilde Celentano sindaco che supera il 15% (con 8.679 voti) e fa entrare in Consiglio 5 candidati. “E’ una lista fortemente voluta da me - ha detto la neo prima cittadina di Latina -, i candidati li ho scelti tutti personalmente. Anche questo è un motivo di grande soddisfazione; è una lista inclusiva in cui sono confluiti anche Vittorio Sgarbi, Annalisa Muzio e altri componenti di partiti moderati come Enzo De Amicis”. Cala, invece, di oltre due punti percentuali la Lega che conferma il trend in decrescita degli ultimi anni anche nel capoluogo pontino: in queste elezioni sfiora il 12% con quasi 7mila voti (nel 2021 aveva ottenuto il 14,21%). Guadagna qualcosa invece Forza Italia che supera il 10% (nel 2021 era al 9%). 

Matilde Celentano è la sindaca di Latina: per la prima volta una donna al governo della città

Elezioni a Latina: i risultati dei candidati sindaco e di tutte le liste

Sconfitta pesante per il centrosinistra

Ed è pesante la sconfitta per il fronte progressista che aveva candidato l’ex sindaco Damiano Coletta scelto con le primarie di aprile. Coletta non raggiunge il 30% e la coalizione si ferma addirittura al 27,6%. L’ex primo cittadino che nel 2016 era stato eletto con un vero e proprio plebiscito al ballottaggio contro Nicola Calandrini, scelto dalla città desiderosa di cambiamento e che era stato riconfermato anche nel 2021. E quello restituito dalle urne del 14 e 15 maggio è un risultato completamente diverso che impone necessariamente delle riflessioni interne alla coalizione, che non è riuscita a riconquistare quella fetta di popolazione che si era allontanata nonostante una campagna elettorale portata avanti quasi interamente per strada e a contatto con la gente, ma anche al movimento di Latina Bene Comune. Lbc che ottiene appena l’8,65% delle preferenze e poco meno di 5mila voti, perdendo quasi quattro punti percentuali rispetto al 2021, superato dal Partito Democratico che tiene invece botta e conferma una percentuale di consensi intorno all’11,5%. Non potrà non fare un’analisi critica del voto però anche il Pd, in cui il vento di cambiamento portato inevitabilmente dal nuovo corso del partito a livello nazionale con l’elezione di Elly Schlein a segretaria non sembra ancora soffiare forte nel capoluogo. Male anche il Movimento 5 Stelle che comunque mantiene stabile il suo bacino di elettori rispetto al 2021: votato da poco più del 3% delle persone che si sono recate alle urne conferma la sua incapacità a saper conquistare l’elettorato a livello locale, nonostante la visita del presidente Conte a Latina proprio per sostenere Damiano Coletta. Ora per la coalizione progressista inizia una nuova fase, quella dell’opposizione che dovrà comunque vedere le varie anime unite per contestare invece un centrodestra compatto e che ha una forte rappresentanza in Consiglio. 

La composizione del nuovo Consiglio comunale: i candidati più votati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni: con Matilde Celentano il centrodestra stravince a Latina. Fratelli d’Italia primo partito

LatinaToday è in caricamento