rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Il caso

Nuove elezioni comunali a Latina, FdI chiama all'appello Forza Italia: "Dimostri di stare nel centrodestra"

L'intervento del viceportavoce regionale Enrico Tiero rispetto alle scelte fatte dagli alleati dopo le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre scorsi: "Che farà FI se il Consiglio di Stato applicasse la sospensiva?"

Prima l'esito del ricorso al Consiglio di Stato presentato dall'ex sindaco Damiano Coletta, poi l'eventuale ritorno alle urne in 22 sezioni su 116. Il partito di Fratelli d'Italia chiama ora in causa Forza Italia che, pur presentandosi con la coalizione di centrodestra guidata dal candidato sindaco Vincenzo Zaccheo, dopo le elezioni del 3 e 4 ottobre aveva scelto poi di dare appoggio esterno al governo di Coletta. Ora i vertici del partito annunciano di nuovo il sostegno a Vincenzo Zaccheo nelle eventuali nuove elezioni che riguarderanno 22 sezioni cittadine.

"Del resto - commenta Enrico Tiero, viceportavoce regionale di FdI - si tratta di una scelta quasi obbligata dal momento che la scheda elettorale rimarrà la stessa del 3 e 4 ottobre, e sotto il nome di Vincenzo Zaccheo ci saranno gli stessi simboli di allora, Forza Italia compresa. Il tema vero - aggiunge però - è cosa intende fare Forza Italia se il Consiglio di Stato applicasse la sospensiva. È su quello che vogliamo chiarezza. Non mettiamo in dubbio la lealtà di Forza Italia nei mesi che hanno preceduto le elezioni, non discutiamo il lusinghiero risultato ottenuto che ha contribuito a far raggiungere al centrodestra unito il 53% dei consensi. Contestiamo quanto avvenuto successivamente, cioè la scelta di Forza Italia di andare a fare parte della disastrosa maggioranza di programma del sindaco Coletta. Fratelli d’Italia, subito dopo l’esito del ballottaggio, ha detto chiaramente quale era la strada da seguire: far partire l’amministrazione, consentire l’approvazione del bilancio e la messa in sicurezza dei conti del Comune, e poi sfiduciare il sindaco per tornare al voto. Forza Italia ha scelto invece di diventare parte della maggioranza di Coletta, insieme a Pd e Movimento 5 Stelle. Adesso, non potremmo accettare che se si vota, Forza Italia torni nel centrodestra e in caso contrario torni a fare la stampella a un sindaco di sinistra, perché di questo si tratta. Noi non siamo per le scelte di convenienza, siamo per scelte coerenti con un percorso, e il nostro è un percorso di centrodestra. Non possiamo tollerare eccezioni a sei mesi dalle elezioni politiche nazionali e regionali. Per questo chiediamo che intervengano i leader nazionali: Latina non può costituire un precedente".

"Se Forza Italia vuole continuare ad essere perno del centrodestra, ricoprendo il ruolo che giustamente le spetta, sia consequenziale - continua ancora Enrico Tiero - non deve limitarsi a sostenere Zaccheo al voto, ma, nel caso in cui il Consiglio di Stato riabilitasse il sindaco e i consiglieri comunali, deve contribuire con i suoi voti a percorrere la sola strada possibile: sfiduciare Coletta e chiudere definitivamente questo capitolo. Su questo da Calvi e dal senatore Fazzone ci attendiamo una risposta chiara, netta ed inequivocabile. Come vorremmo sapere come intenda risolvere la questione relativa alla Provincia di Latina dove governa con il Pd. L’unità del centrodestra non si fa a parole, si fa nei fatti, a Forza Italia non resta che dimostrare da che parte vuole stare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove elezioni comunali a Latina, FdI chiama all'appello Forza Italia: "Dimostri di stare nel centrodestra"

LatinaToday è in caricamento