rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica

Elezioni a Latina: voto annullato in 22 sezioni: le reazioni dopo la sentenza del Tar

Dal Pd al Movimento 5 Stelle passando per Fare Latina: gli interventi dopo il pronunciamento del Tribunale Amministrative Regionale

Continuano a susseguirsi le reazioni dopo la sentenza del Tar di ieri con cui è stato annullato il voto in 22 delle 116 sezioni dove lo scorso autunno si è vottao per le elezioni amministrative e dove sono state riscontrate delle anomalie nei verbali del primo turno del 3 e 4 ottobre (il ricorso era stato presentato da alcuni aspiranti consiglieri comunali non eletti di Latina nel Cuore). Con il pronunciamento del Tribunale Amministrative Regionale sono state annullate le operazioni elettorali nelle sezioni 24, 40, 44, 60, 64, 68, 69, 73, 75, 76, 81, 83, 85, 86, 94, 95, 98, 103, 106, 107, 109, 110, e disposta “la rinnovazione di dette operazioni limitatamente a tali sezioni”, ed è stato annullato anche il verbale di proclamazione degli eletti con la decadenza di sindaco, Consiglio comunale e Giunta. 

“La sentenza del Tar che stabilisce di rivotare in 22 sezioni per le elezioni comunali di Latina merita di sicuro un approfondimento. Solidarietà ai consiglieri, a sindaco e Giunta per questa vicenda di fronte alla quale la città deve rimanere ferma e unita: non meritiamo un commissariamento e occorre una amministrazione salda per affrontare le sfide che ci aspettano” ha commentato il consigliere comunale de Pd Enrico Forte. “In attesa di capire bene le motivazioni, esprimo stupore per la sentenza con cui il Tar ha annullato il risultato di 22 sezioni delle scorse elezioni comunali di Latina - ha fatto eco Bruno Astorre, senatore e segretario Pd Lazio -. Esprimo solidarietà a Damiano, alla sua Giunta e a tutti i consiglieri eletti. Speriamo che il Consiglio di Stato, in appello, possa rivedere la decisione”.

Nelle scorse ore è intervenuto anche il Movimento 5 Stelle attraverso il suo portavoce, e candidato sindaco alle ultime elezioni, Gianluca Bono, che in merito alla nomina del commissario a Latina ricorda come quest’ultimo “potrà amministrare solo l'ordinario e perciò la città, per la terza volta, non vedrà realizzato alcun progetto straordinario né si potranno intercettare i fondi del Pnrr che avrebbero fornito una concreta possibilità di riscatto per Latina in diversi ambiti. A nome del M5S Latina, che ho l'onere e l'onore di rappresentare, esprimo la mia solidarietà al sindaco Damiano Coletta per le becere insinuazioni che in queste ore, alcuni esponenti della destra pontina, starebbero diffondendo in merito a presunte irregolarità nelle operazioni di scrutinio che, in realtà, come più volte emerso nel corso di questi mesi anche in sede di riconteggio, sono state attribuite prevalentemente ad errori di tipo materiale. Personalmente vivo questi momenti con estrema serenità nella convinzione di aver esercitato il mio mandato di consigliere comunale con impegno,  trasparenza e, soprattutto, nell'esclusivo interesse di tutti i cittadini di Latina a prescindere se elettori del M5S. Dunque, che vi sia un ricorso al Consiglio di Stato o il ritorno al voto nei sopraccitati seggi, il M5S Latina si muoverà compatto e coerente secondo gli indirizzi che riceverà dalla propria base di riferimento. Sarà mia cura aggiornare simpatizzanti e attivisti sugli sviluppi della situazione”. Dal M5S Lazio è intervenuta anche Roberta Lombardi, assessore regionale e reposanbile Enti Locali del movimento. “Se davvero qualcosa non ha funzionato nella maniera giusta nel corso dello spoglio per le elezioni a Latina, è giusto che si faccia chiarezza, certo è che non possiamo creare un stallo che blocchi i processi amministrativi che possono pesare anche sui progetti del Pnrr. Ben venga la valutazione che si sta facendo in queste ore, di far ricorso al Consiglio di Stato in quanto non si parla di brogli elettorali ma di errori materiali nella stesura dei verbali. La maggioranza al Comune di Latina è solida e compatta e sono certa che saprà superare questa battuta d’arresto e uscire da questa vicenda più forte di prima. Così come sono certa che i cittadini, in questo momento, vogliano solidità e risposte alle reali difficoltà che vivono ogni giorno”.

“Per chi come me, in questi mesi, si è speso fino alle stremo delle forze lavorando su progetti, temi, facendo pressing in Comune, portando avanti obiettivi importanti anche in Provincia, tutto ciò ha davvero ha poco senso - ha detto Annalisa Muzio di Fare Latina in un lungo post su Facebook -. D’altra parte il mio forte rispetto per  la legge e per la giustizia, e non potrebbe essere diversamente visto che sono un avvocato e ho studiato una vita per vederla applicata, mi impone di fare un passo indietro nel rispetto di una decisione giudiziaria. Non posso avere rimpianti perché mi sono data completamente alla causa comune del governo della città.Per me e per movimento che ho l’onore di guidare, il senso della politica sta tutto qui: nel riuscire a risolvere i problemi e nel garantire progresso a servizio e beneficio del proprio territorio. Latina è una città che ha enormi potenzialità ma che è stata, per decenni, svenduta, smembrata e svuotata. Abbiamo bisogno, prima di tutto, di crescere come cittadini e avere il coraggio di non scegliere per ‘convenienza’ o ‘pigrizia’ chi ci deve amministrare puntando su forze capaci,  nuove, fresche, pulite e svincolate dalle solite dinamiche che ci hanno governato fino ad oggi.  L’impegno preso con gli elettori di Fare Latina, quello di incidere per quanto nelle nostre possibilità all’interno del Consiglio comunale, lo abbiamo portato avanti anche se essere troppo attivi, a volte, può dare fastidio. Oggi siamo chiamati a rimetterci in gioco, dopo un anno e dopo aver messo in piedi a una serie di progetti che necessitano di guida e di continuità. Verosimilmente li perderemo e di questo sono davvero amareggiata. Oggi siamo di nuovo in campagna elettorale per quelle 22 sezioni in cui si dovrà rivotare e noi di Fare Latina ci ripresenteremo esattamente come un anno fa; ci ripresenteremo come forza indipendente con un candidato sindaco che si chiama Annalisa Muzio e una sua squadra che, nel frattempo, è fortemente cresciuta e si è radicata ancora di più in città”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Latina: voto annullato in 22 sezioni: le reazioni dopo la sentenza del Tar

LatinaToday è in caricamento