rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Politica

Il giorno delle elezioni politiche, si vota per Camera e Senato. Seggi aperti dalle 7 alle 23

Chiamati alle urne anche gli oltre 400mila elettori pontini che dovranno scegliere i propri rappresentanti in Parlamento. Sfida aperta con il primo partito da battere che è quello dell’astensionismo: tutti i dati sull'ffluenza

Seggi aperti dalle 7 alle 23 anche nella provincia di Latina dove oggi, domenica 25 aprile, si vota per le elezioni politiche. Anche i cittadini pontini sono infatti chiamati ad esprimersi per scegliere i prossimi rappresentanti in Parlamento. Un elezione molto importante arrivata al culmine di una campagna elettorale breve ma intensa, in cui non stati risparmiati colpi da una parte e dall’altra degli schieramenti. 

Si vota, come detto, nella sola giornata di oggi e dalle 23, dopo l’accertamento del numero dei votanti per ciascuna consultazione, si procederà con lo scrutinio che nell’ordine prevede prima lo spoglio delle schede per il Senato, poi di quelle per la Camera. Nella giornata di domani si potrà avere il quadro dei risultati non solo a livello nazionale, ma anche a livello provinciale per vedere effettivamente la forza sul territorio dei vari partiti. 

Elettori pontini e affluenza al voto 

Il primo dato da analizzare sarà sicuramente quello dell’affluenza al voto. Si teme che proprio quello degli astenuti possa essere il “partito” più grande con una disaffezione alla politica che ormai sembra essere conclamata tra gli elettori italiani e anche tra quelli pontini. Nella provincia di Latina sono 511 le sezioni su tutto il territorio con 440.438 elettori di cui 213.798 uomini e 226.640 donne. Ricordiamo che per la prima volta potranno votare per il Senato anche i ragazzi con età superiore ai 18 anni. E i timori della vigilia sono stati confermati dalle urne: nel territorio pontino ha votato circa il 60% degli aventi diritto, una percentuale in calo di oltre 10 punt rispetto alle consultazioni del 2018; il dato registrato in provincia è il più basso di tutto il Lazio e inferiore anche a quello nazionale.

Affluenza alle 23: tutti i dati in provincia e il confronto con il 2018

Affluenza alle 19: tutti i dati in provincia e il confronto con il 2018

Affluenza alle 12: tutti i dati in provincia e il confronto con il 2018

Rinnovo della tessera elettorale: file agli uffici comunali 

Non sembrano registrarsi particolari disagi nelle operazioni di voto nei seggi pontini (giusto qualche coda in alcune sezioni), mentre file sono state segnalate presso gli uffici elettorali aperti oggi per l’eventuale rinnovo della tessera elettorale. Nel caso in cui tutti gli spazi sulla scheda siano occupati da timbri oppure  in cui fosse stata smarrita o ci fosse stato un cambio di residenza, infatti, per votare è necessario rinnovare la tessera ed è possibile farlo anche oggi presso l’ufficio elettorale del comune di residenza che resterà aperto durante tutto l’arco temporale di apertura dei seggi, dalle 7 alle 23. File vengono segnalate nell’ufficio elettorale di via Ezio dove nel primo pomeriggio c’erano tempi di attesa anche di oltre mezz’ora. Casi simili si registrano anche in altri centri della provincia come Aprilia. 

Deputati e senatori 

Per la Camera il numero di deputati da eleggere è di 400, 8 dei quali nella circoscrizione estero, mentre per il Senato il numero di rappresentanti da eleggere è di 200, di cui 4 nella circoscrizione estero. Secondo la legge elettorale al momento in vigore, il sistema elettorale valido è detto “misto”, con una componente maggioritaria uninominale ed una proporzionale plurinominale. L’assegnazione di 147 seggi alla Camera (comprensivi di 1 collegio in Valle d’Aosta e 4 collegi in Trentino-Alto Adige) e di 74 seggi al Senato (comprensivi di 1 collegio in Valle d’Aosta e 6 collegi in Trentino-Alto Adige) è effettuata in collegi uninominali, in cui è proclamato eletto il candidato più votato, mentre quella dei restanti seggi (245 per la Camera e 122 per il Senato) avviene in collegi plurinominali, con metodo proporzionale tra le liste e le coalizioni di liste che abbiano superato le soglie di sbarramento predeterminate dalla medesima legge. Sono proclamati eletti i candidati della lista del collegio plurinominale secondo l’ordine di presentazione, nel limite dei seggi cui la lista ha diritto.

Tutti i candidati pontini in corsa 

Come si vota 

Al momento del voto agli elettori verranno consegnate due schede, quella rosa per la Camera e quella gialla per il Senato. Le schede sono perfettamente identiche e recano il nome del candidato nel collegio uninominale e per il collegio plurinominale il contrassegno di ciascuna lista o i contrassegni delle liste in coalizione ad esso collegate con accanto i nominativi dei relativi candidati. Il voto si esprime tracciando un segno nello spazio contenente il contrassegno della lista prescelta e, in tale caso, è espresso sia per lista che per il candidato uninominale a essa collegato. Se è tracciato un segno sul nome del candidato uninominale il voto è espresso anche per la lista a esso collegata e, nel caso di più liste collegate, il voto è ripartito tra le liste della coalizione in proporzione ai voti ottenuti nel collegio. Non è previsto il voto disgiunto. L’elettore che si rende conto di aver sbagliato nel votare può chiedere al presidente del seggio di sostituire la scheda, potendo esprimere nuovamente il proprio voto. A tal fine, il presidente gli consegnerà una nuova scheda, inserendo quella sostituita tra le schede deteriorate.

Come si vota: tutte le informazioni 

Tessera elettorale e documento 

Gli elettori che si recano al seggio devono essere muniti di tessera elettorale e di un documento di riconoscimento che può essere la carta d’identità ed ogni altro documento di riconoscimento munito di fotografia, rilasciato da una pubblica amministrazione italiana o di altri Stati (patente di guida, patente nautica, passaporto, libretto di pensione, porto d’armi, tessera AT, altro) anche se scaduto; la tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, che dev’essere munita di fotografia e convalidata da un Comando militare; la tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, munita di fotografia.

Disagi per il maltempo

Qualche disagio per il maltempo è stato registrato in alcuni seggi della città di Latina. Le operazioni di voto iniziate questa mattina alle 7 hanno subito qualche rallentamento a causa di blackout provocati dal temporale. Nella vicina Anzio il maltempo di questa notte ha causato invece l'allagamento dell’ingresso del seggio nella scuola di via Indipendenza; alcune schede elettorali che sono state bagnate e sono risultate inutilizzabili e sono state quindi sostituite. L'ingresso della scuola è finito sotto oltre 50 centimetri d'acqua. Rallentate le prime operazioni di voto
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giorno delle elezioni politiche, si vota per Camera e Senato. Seggi aperti dalle 7 alle 23

LatinaToday è in caricamento