rotate-mobile
Lazio verso il voto

Elezioni regionali, Donatella Bianchi alla discarica di Montello e al porto canale di Rio Martino

La doppia visita da parte dell'aspirante presidente del Lazio sostenuta dal M5S con i gli altri candidati tra cui Maria Grazia Ciolfi: “A Montello subito la bonifica, poi i ristori. Al mare l’alaggio e la draga"

Doppia tappa a Latina per la candidata presidente del Movimento 5 Stelle e della lista “Polo progressista di sinistra ed ecologista”, Donatella Bianchi. La giornalista e aspirante governatrice del Lazio, impegnata nella campagna elettorale in vista del voto del 12 e 13 febbraio, oggi ha fatto visita alla discarica di Borgo Montello e al porto canale di Rio Martino. Con lei anche la candidata al Consiglio regionale del M5S Maria Grazia Ciolfi. 
“Lasciare chiusa la discarica di Borgo Montello e nel più breve tempo possibile procedere con la bonifica del sito e il successivo ristoro per i residenti di Via Monfalcone, gravati da una servitù durata decenni” ha detto Ciolfi che insieme a Donatella Bianchi ha incontrato i cittadini e i rappresentanti del Comitato di Via Monfalcone, alla presenza anche degli altri candidati pentastellati per la provincia di Latina, della consigliera uscente Gaia Pernarella e della deputata Ilaria Fontana. 

La Ciolfi ha puntualizzato la posizione ferma del Movimento sulla questione della discarica a Montello. “È necessario avviare subito il percorso per la bonifica del sito e per questo serve un impegno trasversale tra le istituzioni a più livelli, comunale, regionale e nazionale. Come Movimento teniamo alta l’attenzione: proprio ieri la collega Ilaria Fontana, deputata parlamentare, ha depositato un'interrogazione con la quale ha chiesto conto al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica dell’attività di bonifica della discarica, alla luce del prolungarsi dei ritardi”.

Donatella Bianchi e gli esponenti del Movimento 5 Stelle si sono poi spostati a Rio Martino per incontrare una delegazione di diportisti. “Ho voluto fortemente che Donatella Bianchi conoscesse la realtà e la storia di Rio Martino narrata dai diretti interessati – riprende Maria Grazia Ciolfi .  Le problematiche legate alla fruibilità del porto canale dovute all’insabbiamento hanno causato il depauperamento turistico ed economico di tutto il borgo adiacente, che un tempo viveva dell'indotto della pesca”. “I lavori interminabili, peraltro effettuati in maniera incompleta, le sponde crollate prima ancora del collaudo tecnico del secondo stralcio e l’assenza di opere accessorie quali acqua, bunkeraggio, pontili galleggianti, e dragaggio non hanno mai consentito il pieno utilizzo del porto canale. Era prevista, inoltre, la presenza di una draga con operatore per un periodo di tre anni. Previsione vanificata dal ritardo nell’affidamento della gestione dell’area. Situazione che ha portato anche i diportisti, da anni privati di uno scivolo di alaggio pubblico, a cessare le attività con la inevitabile chiusura di un altro importante indotto economico per la nostra città e per questa parte della provincia.  Ora lo stallo totale, con ciò che ne consegue: una ventina di famiglie private della certezza di un lavoro e il diportismo nautico senza sbocco. La ripartenza del porto canale di Rio Martino - ha poi concluso la candidata del Movimento 5 Stelle - è propedeutica alla rinascita della nostra marina e a trasformare Latina in una città di mare. Il mio impegno è quello di rappresentare l’istanza affinché possa essere realizzato questo obiettivo, in continuità con il lavoro svolto nei 5 anni di consiliatura relativo alla redazione del Pua, in fase di approvazione finale. Infine, la previsione di un ulteriore scivolo di alaggio pubblico presso l'area del Mascarello, nonché la ricostruzione del Ponte Mascarello dopo la firma del documento operativo dell’accordo con Sogin”. 

La visita di Donatella Bianchi nella provincia pontina è proseguita poi a Terracina dove erano in programma altri due momenti di confronto al porto di via del Molo con le associazioni ambientaliste e i diportisti alle 15.30 e un’ora più tardi con la cooperativa Pescatori “La sirena”. "Il mondo della pesca ha bisogno di maggiori interventi - ha detto Bianchi -. Per questo a Terracina, a Formia, a Latina, e nei giorni scorsi a Civitavecchia, ho incontrato i pescatori: per capire insieme da dove ripartire non appena saremo al governo della Regione Lazio. Il lavoro più importante non inizia oggi, in piena campagna elettorale, ma dal lavoro quotidiano che faremo in consiglio regionale".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, Donatella Bianchi alla discarica di Montello e al porto canale di Rio Martino

LatinaToday è in caricamento