Giovedì, 28 Ottobre 2021
Elezioni Comunali 2012: Provincia di Latina

Elezioni 2012 Minturno, Stefanelli: “Noi, il punto di svolta”

Ambiente, agricoltura, comitati di frazione: questi alcuni dei punti del programma che il candidato sindaco alle prossime amministrative ha presentato durante un'assemblea pubblica

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

"Rilanciare il territorio partendo da tutta la comunità". È questo il messaggio lanciato da Gerardo Stefanelli nel corso dell'assemblea pubblica "Una città possibile" che il candidato sindaco al Comune di Minturno ha tenuto lo scorso 26 febbraio presso i locali della Ex Scuola Elementare di Pulcherini. A prendere parte all'assemblea, i rappresentanti locali di Unione Democratici di Centro, Partito Democratico, Futuro e Libertà per l'Italia, delle Liste Civiche "Minturno Cambia" e "Piazza Pulita", del Circolo Civico di Pulcherini, e dell'Associazione Socio-Culturale "Paese Mio".

"Noi stiamo portando avanti un progetto che è quello di ascoltare le esigenze della gente comune. Ed è per questo che siamo qui oggi con voi" ha dichiarato Stefanelli. Chiaro, su questo punto, il candidato sindaco, che ha precisato: "Non siamo di passaggio. Ho già avuto modo di contribuire, qui a Pulcherini, ad iniziative con l'associazione socio-culturale "Paese Mio", di conoscere ed apprezzare le varie realtà di eccellenza. Saremo - ha sottolineato - sempre presenti, e non chiuderemo mai la porta. Daremo cura e attenzione alle quotidiane problematiche ordinarie". "È dunque necessario - ha aggiunto Stefanelli - riconsegnare alle frazioni quel ruolo imprescindibile per il territorio, in quanto entità civiche, sociali, culturali e paesaggistiche".

Stefanelli prosegue sulla necessità di una politica responsabile e su alcuni punti tratti dalla stesura "in progress" del programma: "Mettersi in discussione, impegno, rispetto dei cittadini, fare scelte a vantaggio della comunità. Questa è la nostra idea di intervento politico". "Quello che vogliamo - ha ribadito - lo stiamo dicendo oggi e continueremo a dirlo strada facendo, passo dopo passo, coscienti che per avere la fiducia dei cittadini è necessario prima di tutto suscitare credibilità. Noi non vogliamo fare i numeri, ma affrontare in maniera coraggiosa, moderna, obiettiva e non demagogica le criticità che riguardano la realtà di Minturno. In occasione della inaugurazione della sede di "Minturno Cambia" abbiamo parlato del concetto di economia del mare. Oggi parliamo di rispetto del territorio, e non solo. Proponiamo la valorizzazione del folklore e delle tradizioni locali come elemento di integrazione dell'offerta formativa scolastica, strumento di crescita culturale dei ragazzi e di marketing turistico per l'intera comunità - con la proposta di destinare allo scopo spazi pubblici adeguati, quali il castello baronale. Proponiamo un'idea di valorizzazione moderna dell'agricoltura, tramite lo sfruttamento della filiera corta, della cooperazione, e la valorizzazione energetica degli scarti agricoli. I nostri impegni programmatici rivolti all'entroterra comunale sono molteplici: dalla raccolta differenziata al collettamento fognario, dalla viabilità rurale agli interventi a sostegno della qualità dell'acqua, dalla filiera agricola alla promozione della produzione locale".

"Inoltre sono fermamente convinto - ha spiegato in conclusione Stefanelli - che ogni frazione debba avere un proprio delegato, così Pulcherini così le altre realtà. Una persona che si faccia portavoce delle esigenze della comunità che l'ha eletto. Una elezione - ha infatti sottolineato - non di diretta espressione del primo cittadino, ma suffragata".

A fare eco alle parole di Gerardo Stefanelli, l'intervento dell'ingegnere Daniele Sparagna, rappresentante della Lista Civica "Minturno Cambia": "Qui, come nelle altre frazioni del Comune, c'è bisogno della macchina amministrativa. Fino ad oggi l'unica responsabilità politica dell'amministrazione è stata quella del non-governo". "La nostra strategia - ha detto - si basa su un patto elettorale: oggi siamo qui a volto scoperto, ci presentiamo per dirvi che abbiamo bisogno di capire, direttamente con voi, le emergenze, le priorità del territorio. Abbiamo bisogno degli input della gente comune. Ecco perché, anche per questo motivo, abbiamo istituito un sito internet che sarà on-line entro la settimana prossima. Vi chiediamo di interagire ed intervenire scrivendo all'indirizzo di posta elettronica dedicato: idee@minturnocambia.it".

"La coalizione è unita e presente, e lo dimostri pubblicamente". Sono state le parole del segretario comunale del Partito Democratico, ingegner Roberto Rotasso, che ha così proseguito: "Ciò che voi evidenzierete, e ci farete presente, sarà parte integrante dell'azione amministrativa". In merito ai temi della trasparenza e della competenza, Rotasso si è poi espresso in questi termini: "I politici non sono tutti uguali - ha precisato -, indipendentemente dall'appartenenza politica che più vi rappresenta, voi state scegliendo un amministratore. Pertanto evitiamo di ripetere gli errori passati. Avete il potere di scegliere bene. Liberiamoci dunque da questo luogo comune: appoggiamo, come cittadini, Gerardo Stefanelli. Onesto, competente. L'unico candidato che dà garanzie di saper ben amministrare la nostra comunità".

Sulla necessità di un radicale cambiamento, anche il segretario comunale di Futuro e Libertà per l'Italia Nicola Mottola, che ha fatto presente: "Le amministrazioni degli ultimi vent'anni hanno deturpato il nostro territorio senza risolvere alcuna problematica, ma anzi lasciandoci in eredità ulteriori danni. C'è voglia di passare oltre". "Per far questo - ha così invitato gli elettori - portate il messaggio porta a porta".

Ad intervenire, in merito all'esigenza di una nuova dialettica tra amministrazione e nuclei abitati gravitanti il centro cittadino, è stato il Presidente dell'associazione socio-culturale "Paese Mio" Rocco Pelle, che ha dichiarato: "Rispetto e dignità per le frazioni". "Noi appoggiamo Gerardo Stefanelli a Sindaco di Minturno perché crediamo in una diversa via possibile, un nuovo modo di conoscere e concepire la politica. Vale a dire - ha poi proseguito -, ascoltare e confrontarsi prima di programmare con i cittadini. Punto fondamentale, questo, e indispensabile, per ricreare il rapporto di fiducia tra il cittadino e la politica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2012 Minturno, Stefanelli: “Noi, il punto di svolta”

LatinaToday è in caricamento