Elezioni 2012 a Gaeta, Mitrano: “Cultura come motore di crescita”

Incontro del candidato sindaco della coalizione “Per il bene di Gaeta” con i rappresentanti dell’associazionismo: “Daremo agli interventi nella cultura una particolare attenzione”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Durante un incontro con alcuni rappresentanti del mondo dell’associazionismo ed in particolare con organizzatori di eventi culturali, il candidato sindaco della coalizione “Per il bene di Gaeta” Cosmo Mitrano ha affermato che “daremo agli interventi nel settore della cultura una particolare attenzione: considerata la ricchezza che secoli di storia hanno lasciato come straordinaria eredità alla nostra bella Gaeta, la cultura costituisce non solo uno dei principali motori di sviluppo, ma è anche un fattore essenziale di competitività del nostro territorio, ovvero un elemento insostituibile per la crescita civile, sociale ed economica dei cittadini”.

Il rilancio dell’economia passa dunque attraverso la tutela del patrimonio storico, artistico, archeologico, culturale, paesaggistico ed ambientale che rappresenta una notevole ed imprescindibile risorsa per la città, secondo Cosmo Mitrano.

“Componenti queste – spiega il candidato sindaco della coalizione formata da otto forze politiche – che contribuiscono a favorire lo sviluppo delle politiche eco-sostenibili nel cui ambito si inseriscono anche un’adeguata utilizzazione ed un’attenta valorizzazione dei beni demaniali”.

In questo ambito, per tutelare l’ambiente e le sue risorse e per migliorare la qualità della vita dei cittadini, Mitrano punta l’indice contro la mancata acquisizione del riconoscimento internazionale della bandiera blu quest’anno, causato anche da una carente politica ambientale da parte dell’amministrazione specialmente in materia di raccolta dei rifiuti. E annuncia: “Metteremo in atto interventi per effettuare un efficiente servizio di raccolta differenziata domiciliare dei rifiuti che non è mai decollato a Gaeta”.

E conclude: “La città è di tutti, per tutti. Tutti hanno il diritto di viverla e tutti hanno il dovere di proteggerla, curarla, sostenerla. Il programma che proponiamo può riassumersi in pochissime parole: far vivere la città, farla vivere bene, farla vivere meglio”.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento