rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Un nuovo assessore per la Giunta Coletta: Emilio Ranieri avrà la delega al Decoro urbano

Oggi la presentazione ufficiale da parte del sindaco, che coglie l'occasione anche per replicare alle recenti polemiche lanciando la sua provocazione: "Il sistema Latina non è completamente bonificato"

C'è un nuovo assessore nella Giunta Coletta. E' Emilio Ranieri, 48 anni, ingegnere libero professionista nel settore civile e ambientale. A lui andranno diverse deleghe al Decoro urbano, al Patrimonio, alle Manutenzioni (di parchi, edifici pubblici e anche servizi cimiteriali).

Il riordino delle deleghe 

La decisione comunicata oggi dal sindaco Damiano Coletta nel corso di un incontro con la stampa arriva nell'ambito di un generale riordino delle deleghe, che ha portato a qualche novità. All'assessore Maria Paola Briganti andrà anche la delega al personale, mentre l'assessore alle Attività produttive Felice Costanti prende anche la delega alla promozione delle attività sportive, tolta dall'assessorato della Di Muro. Ranieri assumerà quindi alcune deleghe che erano in capo agli assessorati di Gianfranco Buttarelli e di Giulio Capirci. "E' stata una scelta fatta con il metodo della condivisione - ha spiegato il sindaco - nell'ambito di una rimodulazione generale che consentirà di ottimizzare meglio le risorse". "Ringrazio il sindaco per la fiducia - ha detto poi da parte sua Emilio Ranieri - Mi auguro di poter portare il mio contributo e dare un'anima a questa città. Le cose da fare sono tante, cercherò di fare del mio meglio. Credo però che solo con l'aiuto della cittadinanza si possano raggiungere obiettivi concreti". 

La risposta alle polemiche

L'occasione della presentazione del nuovo assessore ha dato però modo al primo cittadino di togliersi qualche sassolino dalla scarpa: "Da quando ha preso forma l'azienda speciale dei rifiuti - ha detto - c'è un clima di caccia alle streghe. Ho trovato un irrigidimento del clima politico. Non voglio mettere bavagli all'opposizione, ma non posso fare a meno di chiedermi se la politica sia questa. La politica è la richiesta costante di accesso agli atti?". Proprio sulle richieste di accesso agli atti Coletta ribadisce che non c'è stato mai diniego ma che è necessario attendere i tempi dovuti e avere il giusto rispetto istituzionale.

Il "sistema Latina"

Poi, si lascia andare a una considerazione: "Il "sistema Latina" non è completamente bonificato", lasciando intendere che quel modo di fare che aveva caratterizzato le precedenti amministrazioni è duro a morire e che, in via ufficiosa per ora, si è già recato in Procura. Il rischio è che la grande mole di richieste di accesso agli atti, che arrivano soprattutto nel settore dell'urbanistica, paralizzi l'attività e il lavoro. E forse non è un caso. Quanto poi alle polemiche che da settimane infuocano l'opposizione e alla recente interrogazione di Gasparri sull'operato dell'amministrazione, Coletta non le manda a dire: "Stiamo parlando di persone che hanno saccheggiato la città. Non prendiamo lezioni di etica da chi fatto mala amministrazione per anni. Occorrerebbe un po' di senso della vergogna". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo assessore per la Giunta Coletta: Emilio Ranieri avrà la delega al Decoro urbano

LatinaToday è in caricamento