“Portiamo in salvo la Signora del Vento”: l’appello di Trano per la nave laboratorio unica in Europa

L’onorevole pontino: “Continuo a battermi, per lei e per i ragazzi che con lei diventeranno marinai”. Il veliero fortemente danneggiato da una mareggiata a Gaeta nel novembre scorso

La Signora del Vento danneggiata dalla mareggiata

"Sulla Signora del Vento continuo a battermi, per lei e per i ragazzi che con lei diventeranno marinai. Ricordo che parliamo di un veliero, il più grande d'Italia dopo l'Amerigo Vespucci, che è una nave laboratorio unica in Europa, ed è il vanto dell'istituto nautico Caboto di Gaeta, ma anche di tutti gli istituti nautici Italiani, che crea in modo proficuo, e unico nel suo genere, l'alternanza scuola-lavoro. Una formazione di alto livello per l’attività di monitoraggio del mare. Un esempio di scuola che funziona, quella di cui abbiamo tremendamente bisogno e di cui, in una fase in cui si discute tanto di come far ripartire le nostre scuole, ancor di più”. 

E’ l’onorevole Raffaele Trano, presidente della Commissione finanze alla Camera dei deputati a riportare l’attenzione sulla Signora del Vento, fortemente danneggiata da una mareggiata nel novembre scorso. “Da allora - prosegue Trano - l'Istituto Caboto è stato capofila, insieme ad altre scuole italiane, di un progetto di gestione di alto livello per riparare i danni e far riprendere le attività didattiche. L'ex ministro Lorenzo Fioramonti e l'attuale ministro Lucia Azzolina hanno previsto un budget di spesa che è insufficiente allo scopo. Per far rinascere questo esperimento unico in Europa servono poche centinaia di migliaia di euro. I lavori di riparazione prevedono infatti una spesa di quasi due milioni di euro e l'assicurazione copre poco più della metà. 

Mi sono battuto a lungo, e a tutti i livelli, dal Ministero dell'Istruzione al Governo, fino al Ministero della Difesa, anche con la presentazione di un ordine del giorno per impegnare l'Esecutivo a trovare i fondi nell'ambito del decreto sulla scuola e far ripartire le attività formative e di ricerca, ordine del giorno che incredibilmente è stato dichiarato inammissibile. Ma non mi fermo”. 

Un impegno difronte al quale l’onorevole pontino non intende tirarsi indietro. “Continuerò a battermi affinché la Marina Militare acquisisca la Signora del Vento, concedendo all'Istituto Caboto ed agli altri Istituti Nautici la possibilità di svolgere attività di alternanza scuola-lavoro o l'opportunità di adottare ogni altra misura utile affinché, individuate le risorse finanziarie necessarie, la Marina e il Caboto possano concertare le modalità di gestione della nave per consentirne l'uso a fini formativi. Si tratta anche di una battaglia contro il tempo, visto che così stando le cose a breve il Caboto rinuncerà al veliero, ma che voglio combattere fino in fondo. La scuola non si affonda e neppure la Signora del Vento” conclude Trano. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento