Consorzio Industriale sud pontino, via libera alla variante urbanistica

Approvato dal Consiglio regionale il documento che riguarda in particolare l'agglomerato di Gaeta

Via libera del Consiglio regionale alla variante del Piano regolatore del Consorzio industriale del sud pontino. Questa mattina in aula è stato approvato in aula il documento urbanistico illustrato dall’assessore Massimiliano Valeriani.

La variante riguarda il consorzio del Sud pontino, in particolare l’agglomerato di Gaeta. Si tratta di cambi di destinazione d’uso di alcune aree. Una zona dove era previsto verde attrezzato, all’interno dell’ex raffineria Agip, è adesso destinata a nuovi insediamenti di attività produttive, un’altra in località Vivano viene riservata ad attività commerciali. Una terza, in località Zinnone, al contrario diventa destinata a verde attrezzato e parcheggi. Inoltre sono previste due nuove rotatorie su via dell’Agricoltura. per migliorare la viabilità interna del consorzio. E’ previsto, secondo quanto prescritto dal Comitato regionale per il territorio, un adeguamento complessivo della viabilità per far fronte al prevedibile incremento dei flussi di traffico. Nel corso dell’esame della delibera sono stati approvati due emendamenti proposti dalla consigliera Gaia Pernarella (M5s) sull’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici sulla viabilità del consorzio e sul trattamento delle acque reflue delle produzioni industriali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giudizio positivo da Giuseppe Simeone (FI), per il quale, “con questa variante si chiude una pagina vergognosa per la zona di Gaeta”  e Enrico Forte (Pd), contrario, infine il M5s: secondo Gaia Pernarella “non si tratta di un’attività di recupero di una zona degradata, un centro commerciale non serviva a quel territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento