rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Politica

Ninfa, verso l’intesa tra Comune e Giardino per nuovi progetti e collaborazioni

Dal restauro monumentale ai progetti con le scuole, dagli eventi alle agevolazioni per i residenti: approvato dalla Giunta lo schema di protocollo d’intesa

Cresce e si rafforza la collaborazione tra Comune di Cisterna e Fondazione Roffredo Caetani per lo sviluppo di progetti comuni e la valorizzazione del territorio, e in particolare del Giardino di Ninfa.

La Giunta comunale ha approvato lo schema di protocollo d’intesa che vede i due “Enti uniti in un percorso di reciproca collaborazione che ha come obiettivo la valorizzazione del patrimonio storico, culturale e ambientale quali il Giardino di Ninfa, il Complesso monumentale di Palazzo Caetani, il sito archeologico di Tres Tabernae e le altre proprietà che gli enti possiedono”.

L’intesa prevede una serie di reciproci impegni che il sindaco Valentino Mantini e il presidente della fondazione Massimo Amodio si apprestano a sottoscrivere “per un salto di qualità nella valorizzazione del patrimonio locale e rafforzare l’appartenenza al territorio”. Dal canto suo il Comune si impegna a sostenere, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, e ad “adottare” un monumento o spazio interno al Giardino prendendosi cura, interamente o parzialmente, della sua manutenzione o restauro; a collaborare nel reperimento di finanziamenti, a favorire attraverso specifiche richieste alla Regione Lazio, il trasporto urbano tra la stazione ferroviaria di Cisterna, Doganella di Ninfa e il Giardino; infine a supportare tecnicamente il Giardino negli interventi e, nell’ambito delle norme, nel rilascio di autorizzazioni e permessi di propria competenza.

La Fondazione renderà invece disponibile, nei modi e tempi da concordare, il Giardino per attività istituzionale del Comune per specifici programmi didattici per le scuole di Cisterna; favorirà la conoscenza e la fruizione del Giardino ai cittadini di Cisterna anche con facilitazioni e agevolazioni sul contributo di ingresso; collaborerà con il Comune nella programmazione e diffusione di programmi di promozione del patrimonio culturale, monumentale, ambientale e storico riguardanti il territorio utilizzando la propria rete divulgativa e di promozione.

“La Fondazione Caetani, oltre all’indiscutibile valore storico e ambientale - affermano il sindaco Valentino Mantini e l’assessore alla Cultura Maria Innamorato -, riveste un importante ruolo anche nella promozione culturale e della qualità del lancio del patrimonio di Cisterna di Latina e del suo territorio  incrementandone la visibilità, l’accoglienza e la fruizione turistica. Per questo è importante attivare una stretta collaborazione nel reciproco interesse, che è sostanzialmente valorizzare al meglio possibile il nostro territorio attraverso progetti di facilitazione della sua fruizione, ma anche arricchendo l’offerta turistica con iniziative integrate tra il Giardino, il sito archeologico di Tres Tabernae e il complesso monumentale di Palazzo Caetani, oltre ad un sistema di collegamento che li unisca (con bus, percorsi ciclopedonali) alla stazione ferroviaria di Cisterna”.

“Il legame indissolubile tra la storia della famiglia Caetani e questo territorio – afferma il presidente della Fondazione Roffredo Caetani, Massimo Amodio - ci porta, ancora una volta, a ribadire con entusiasmo la volontà di collaborare con le istituzioni locali. Il Giardino di Ninfa, come noto, è ormai uno dei principali attrattori culturali della Regione Lazio e un luogo conosciuto in tutto il mondo per la sua straordinaria bellezza e per il messaggio di tutela e salvaguardia ambientale che è parte essenziale della sua stessa storia. La Fondazione Roffredo Caetani, sottoscrivendo questo protocollo d’intesa con il Comune di Cisterna, vuole rafforzare non solo la partnership territoriale ma anche ribadire che il Giardino di Ninfa e gli altri beni della famiglia Caetani sono patrimonio di tutti, che ogni cittadino può contribuire a valorizzare. La Fondazione da anni ha avviato una serie di collaborazioni che ci hanno portato ad organizzare percorsi culturali con altri comuni, iniziative pubbliche, eventi anche di caratura internazionale. Cisterna, che ospita come noto il Giardino di Ninfa - conclude Amodio -, merita di essere inserita in questa serie di collaborazioni e di rinnovare, per il tramite della Fondazione, un legame antichissimo con la famiglia Caetani. Voglio dunque ringraziare il Comune di Cisterna e il sindaco Mantini per questa collaborazione che, siamo certi, porterà importanti elementi di novità e contribuirà a ribadire una importante collaborazione tra le nostre due istituzioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ninfa, verso l’intesa tra Comune e Giardino per nuovi progetti e collaborazioni

LatinaToday è in caricamento