rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Cinque assessori tecnici e due politici, il sindaco Damiano Coletta presenta la sua Giunta

“Mi sono preso licenza, libertà e la responsabilità di confermare due assessori della precedente Giunta” ha detto il primo cittadino che lascia la porta aperta al centrodestra per le altre due deleghe

Ad un mese dal ballottaggio che lo ha decretato per la seconda volta sindaco di Latina, Damiano Coletta ha ufficializzato la sua Giunta. I sette assessori scelti sono stati presentati nel pomeriggio di oggi nel corso di una conferenza stampa in Comune. Sette le deleghe che sono state assegnate dal primo cittadino a quattro donne e tre uomini, mentre altre due restano al momento nelle mani dello stesso Coletta.

Proprio il sindaco è stato il primo a prendere la parola nel corso dell’incontro con la stampa ricostruendo le tappe di queste settimane che sono state molto delicate per la nuova consiliatura frutto del voto amministrativo che ha visto la rielezione di Coletta al secondo turno ma con gli elettori che al primo avevano premiato la coalizione di centrodestra, maggioranza ora in Consiglio comunale. Settimane fatte di incontri e di consultazioni durante i quali il primo cittadino ha fatto sempre appello al senso di responsabilità delle forze politiche nella necessità di trovare un equilibrio che consenta alla città di avere un Governo. “Sul tavolo sono stati messi i punti programmatici prioritari che sono stati posti all'attenzione della coalizione di centrodestra e del movimento Fare Latina”. Proprio in riferimento alla nota di ieri di Fare Latina, Coletta ha precisato che “nel corso dei tavoli istituzionali anche la consigliera Muzio ha presentato i punti del suo movimento che sono stati accolti. Aspettavamo che fosse presentata la Giunta per assemblarli tutti ed individuare l'agenda di Governo".

La “Giunta è il secondo step di questa consiliatura dopo dopo il Consiglio” ha spiegato il sindaco durante la conferenza. “Sono stati nominati sette assessori, mentre due sono ancora da indicare per cui tutte le deleghe che non sono state assegnate le terrò io. Latina ha bisogno di essere governata e di operatività”. Due dei sette assessori sono politici e gli altri cinque tecnici. “Mi sono preso licenza, libertà e la responsabilità di confermare due assessori della vecchia Giunta, il che non significa bocciare gli altri che hanno fatto parte della precedente consiliatura che desidero ringraziare per il contributo importante e prezioso che hanno dato. Questi due assessori - Dario Bellini e Simona Lepori - garantiscono una continuità basata sul metodo e su alcune particolari deleghe come le attività produttive e quella che riguarda Abc”.

Chi sono i sette nuovi assessori della Giunta Coletta

Come detto due deleghe devono ancora essere assegnate; “due porte aperte a possibili figure tecniche che - ha spiegato Coletta - possono essere indicate dalla coalizione di centrodestra o da un singolo partito che volesse avere parte attiva all’interno della Giunta. Non è un mercanteggiamento, ma un segnale che voglio dare in una fase così delicata in cui deve essere ritrovato un equilibrio e una stabilità”.

L’altro tema caldo è legato alla decisione del sindaco di mantenere due assessori politici dopo che la coalizione di centrodestra aveva più volte chiesto una Giunta interamente tecnica. “Questa è una scelta che ho sempre rivendicato e che credo debba essere valutata e giudicata con una forma di rispetto nei miei riguardi e nei riguardi del ruolo che occupo, vale a dire quello di un sindaco che è stato rieletto. Non vedo perché devo essere messo nella condizione di negare la precedente esperienza amministrativa. Io rispetto la richiesta del centrodestra e chiedo rispetto altrettanto per il mio ruolo. Io ragiono sempre per il bene della città e nell’interesse del bene comune. Quando c'è una squadra da cambiare non si cambiano 11 giocatori. Questa scelta è una logica di continuità non una provocazione”

La fase è delicata, lo ha ribadito più volte il primo cittadino, ma la Giunta guarda avanti con atteggiamento propositivo. “Al di là della complessità del momento dobbiamo avere le gusta motivazioni. La sfida è tanto complessa quanto potrebbe darci soddisfazioni. Nei prossimi cinque anni vorrei far salire di livello la città ed inserirla ancora di più all’interno dell’Europa”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque assessori tecnici e due politici, il sindaco Damiano Coletta presenta la sua Giunta

LatinaToday è in caricamento