Politica Sermoneta

Sermoneta, Damiano ha giurato da sindaco. Si insedia il nuovo Consiglio

Prima assise cittadina nella piazza del Belvedere ieri sera davanti a centinaia di persone. Il sindaco Damiano ha prestato giuramento alla Costituzione Italiana; eletto presidente del Consiglio Luigi Torelli

Si mette in moto la macchina amministrativa di Sermoneta; ieri sera nella piazza del Belvedere a partire dalle 20.30 e davanti a centinaia di persone, si è ufficialmente insediato il nuovo Consiglio Comunale.

Dopo la convalida degli eletti, il sindaco Claudio Damiano ha prestato giuramento alla Costituzione Italiana indossando la fascia tricolore e da quel momento ha assunto formalmente le funzioni di primo cittadino.

LA GIUNTA E LE DELEGHE AI CONSIGLIERI COMUNALI - Damiano ha successivamente presentato la sua squadra di governo, già anticipato nei giorni scorsi.

In giunta entrano Giuseppina Giovannoli (Vice Sindaco e assessore a Pubblica Istruzione, Cultura e Centri Anziani), Luigi Torelli (Turismo e rapporti con gli Enti Locali), Antonio Di Lenola (Bilancio, Tributi e Attività Produttive) e Annarosa Centra (Agricoltura, Ambiente e Sanità).

Anche i consiglieri comunali hanno ricevuto deleghe: Mauro Battisti consigliere delegato ai Servizi Sociali, Sport e Tempo Libero, politiche dell'occupazione e del lavoro, tutela del territorio; Gilberto Montechiarello consigliere delegato ai Lavori Pubblici; Fiore De Santis consigliere delegato ai Servizi Cimiteriali, Trasporti, Fondi Comunitari e Personale; Maria Marcelli consigliere delegato alla qualità urbana del centro storico e alle Pari Opportunità.

Successivamente il neo primo cittadino ha presentato la squadra di delegati esterni, cittadini che si sono messi a disposizione a titolo gratuito per il bene di Sermoneta, e che si occuperanno di tematiche specifiche in base al loro curriculum, attitudine ed esperienza. A Jessica Rolfini vanno le politiche giovanili, a Mauro Lorenzo Mariotti il decentramento e i servizi demografici, ad Alberto Battisti la Protezione Civile, a Giuseppe Corelli la promozione della pratica sportiva, a Raffaele Scognamiglio l'innovazione tecnologica e il portale informatico per la trasparenza, ad Alberto Lampacrescia i rapporti con le borgate ed i gemellaggi.

ELEZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO – Si è proceduto poi con l’elezione del presidente del cosniglio comunale: Luigi Torelli, con nove preferenze su 13; una “figura istituzionale ha dichiarato il sindaco motivando la scelta di Torelli - che ha già dimostrato le giuste doti di mediazione nella gestione dei lavori del Consiglio, dotato della saggezza e dell'imparzialità per poter essere garanzia per l'intero Consiglio Comunale”.

LE LINEE PROGRAMMATICHE - Sempre il primo cittadino ha illustrato le linee programmatiche di mandato. Stop all'urbanizzazione di nuovi territori ma ricucitura dell'esistente, con particolare attenzione ai servizi al cittadino, aree verdi, sicurezza stradale, manutenzioni. “La mobilità alternativa sarà al centro della nostra azione amministrativa, lavorando per permettere agli abitanti di muoversi liberamente anche senza auto, quindi piste ciclabili ma anche navigabilità dei canali e percorsi pedonali”.

“Vogliamo una città in cui i cittadini siano felici di vivere, l'agricoltura e il paesaggio rappresentano il valore aggiunto per Sermoneta e tante famiglie hanno scelto il nostro Comune per queste caratteristiche. Abbiamo un dovere morale nei loro confronti”.

Attenzione anche alla cava di Monticchio, per la quale è stata già chiesta alla Regione il riconoscimento di “monumento naturale”, e poi ai servizi sociali, al mondo della scuola, alle famiglie e all'infanzia, “vero motore di una comunità”, con la nascita del primo asilo comunale di Sermoneta, il turismo ed il mantenimento dei gioielli del centro storico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sermoneta, Damiano ha giurato da sindaco. Si insedia il nuovo Consiglio

LatinaToday è in caricamento