rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Politica Latina Lido

Incendi dolosi al lido, il caso del primo chiosco arriva in Regione: “Sostenere la ripresa dell’attività”

La mozione depositata dalla consigliera Bonafoni: “La Regione faccia sentire forte la propria voce e condanni un atto che punta a vanificare l'impegno dei ragazzi e delle ragazze di Latina”

Arriva anche sul tavolo del presidente della Regione Lazio Francesco Rocca il caso degli incendi dolosi che la scorsa settimana hanno distrutto i due chioschi sul lungomare di Latina. Nei giorni scorsi la consigliera regionale del Pd Marta Bonafoni, presidente della XIII Commissione Trasparenza e pubblicità, ha depositato una mozione firmata anche dai colleghi La Penna e Califano per chiedere al governatore del Lazio e alla giunta “una ferma condanna” in particolare del rogo al primo chiosco e “il deciso sostegno economico finalizzato alla ripresa dell’attività". 

L’incendio è stato appiccato nella serata del 15 maggio mentre la città era tutta concentrata sulla scrutinio per l’elezione del nuovo sindaco; un rogo arrivato a sole 48 ore dall’altro che aveva distrutto il quinto chiosco. Ed è particolare proprio la storia della prima struttura che era stata data in gestione durate l'amministrazione Coletta all'associazione giovanile Seaside Music Young, all'interno del progetto “Latinadamare” finanziato dalla stessa Regione.

Roghi ai chioschi del lido di Latina, le rinunce e i sospetti: cosa sappiamo

“Si tratta - aggiunge la presidente della Commissione Trasparenza - di un luogo da sempre frequentato da ragazzi e ragazze, che proprio grazie al progetto era divenuto in poco tempo simbolo di legalità e di uno sviluppo turistico che pone al centro il protagonismo giovanile e il bene della comunità locale. 

Proprio per questo, date anche le circostanze oscure in cui si è sviluppato l'incendio, crediamo sia fondamentale che le istituzioni e in primo luogo la Regione Lazio, facciano sentire chiara la propria voce. Per condannare un atto che punta a vanificare l'impegno dei ragazzi e delle ragazze di Latina, ma anche per sostenere concretamente la ricostruzione di un luogo simbolo della volontà delle nuove generazioni di investire nel territorio in cui vivono e di cui sono parte", conclude poi Bonafoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi dolosi al lido, il caso del primo chiosco arriva in Regione: “Sostenere la ripresa dell’attività”

LatinaToday è in caricamento