Politica Borgo San Michele

L'INCONTRO - Giancola traccia un primo bilancio delle attività della Regione

Appuntamento organizzato dal circolo del Pd Latina Sud con la consigliera che ha fornito anche l'occasione per tracciare un bilancio dei primi 10 mesi di legislatura a partire dalle novità introdotte dalla Regione

Tracciare, insieme ai cittadini, un primo bilancio dei primi dieci mesi di legislatura a partire dalle novità introdotte dalla Regione Lazio guidata dal presidente Nicola Zingaretti relative ai tagli dei costi della politica per finire alle iniziative che riguardano la provincia di Latina.

Questo il tema al centro dell'appuntamento organizzato dal circolo del Pd Latina Sud che si è tenuto nei giorni scorsi presso il centro civico di Borgo San Michele. Protagonista dell'incontro, moderato dal giornalista Andrea Giansanti, Rosa Giancola, consigliera regionale del gruppo Per il Lazio e membro delle commissioni Cultura, diritto allo studio, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, spettacolo, sport e turismo e Agricoltura, artigianato, commercio, formazione professionale, innovazione, lavoro, piccola e media impresa, ricerca e sviluppo economico. Presente anche il neo segretario provinciale del Pd Salvatore La Penna.

“I provvedimenti adottati per abbattere i privilegi e i costi della politica– ha spiegato la consigliera Giancola – sono stati segnali forti, che ci hanno consentito, fin dai primi mesi della legislatura di operare tagli radicali ai contributi ai gruppi consiliari, di abolire l’odiato vitalizio per i consiglieri, di introdurre per ogni spesa l’obbligo di rendicontazione, misura questa che non permetterà più ciò a cui abbiamo assistito nella passata legislatura”.

“Stiamo andando veloci – ha aggiunto ancora Rosa Giancola – anche se i nostri sembrano piccoli passi. Oggi siamo di fronte a un cambio di passo e di approccio, a una programmazione regionale che esce dai particolarismi e cerca di guardare al bene della collettività”.

Nel corso dell’incontro a Borgo San Michele è stata citata la nuova legge sul cinema e l’audiovisivo (approvata lo scorso ottobre dal Consiglio) che, in commissione cultura, insieme all’assessore Lidia Ravera, aveva visto l’audizione di decine di associazioni ed enti che lavorano nel settore e che hanno contribuito alla costruzione del testo di legge. Della consigliera Giancola sono gli emendamenti che favoriscono le piccole produzioni indipendenti, il cinema impegnato e il documentario attraverso la garanzia di primi canali di distribuzione

In questi ultimi mesi è stato inoltre avviato, in commissione cultura, l’iter di una legge che istituisce una rete regionale contro la violenza sulle donne. Alcuni emendamenti sono stati studiati e costruiti insieme al Centro donna Lilith di Latina, con il quale è stata avviata una proficua e costante collaborazione.

Sul territorio è stato portato avanti il progetto di bonifica 2.0, nato dalle istanze provenienti dal territorio e dalle numerose associazioni locali. “Bonifica 2.0 – ha spiegato Rosa Giancola – è un progetto che, partendo dalla nostra risorsa più grande: l’acqua, unisce la tradizione e l’identità del territorio con le nuove tecnologie. La Regione ha sposato l’idea di una mobilità sostenibile e di uno sviluppo economico e turistico alternativo destinando risorse al territorio. Ma questo è anche un contenitore che sarà in grado di servire il sistema agricolo locale grazie alla creazione di un’infrastruttura eco sostenibile”.

Sul tema del lavoro è stato poi costruito un evento, 550 giorni di crisi e di speranza, che da Latina toccherà tutte le province del Lazio con l’obiettivo di costruire un percorso di conoscenza della crisi e di riflessione sul mondo del lavoro. L’evento, creato con il contributo del gruppo Per il Lazio del Consiglio regionale e aperto dall’assessore regionale al Lavoro Lucia Valente, ha accompagnato la proiezione del documentario Atlantis, che racconta una vicenda umana e sociale e di riconquista dei diritti dei lavoratori.

Infine si è parlato della scuola Mazzini di San Michele, destinataria di un progetto finanziato dall’Unione Europea e finalizzato a migliorare l’efficienza energetica degli istituti scolastici. “Il merito – ha precisato la consigliera Giancola – è stato quello di avviare un proficuo dialogo con l’amministrazione comunale, grazie al consigliere Fabrizio Porcari. Si tratta del bando Call for proposal, al quale il Comune di Latina aveva risposto, senza però includere tra i beneficiari dell’intervento la scuola del borgo. In extremis la scuola di San Michele è stata inserita nella lista e rientra ufficialmente nelle strutture finanziate dall’Unione europea per un importo complessivo di 388mila euro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'INCONTRO - Giancola traccia un primo bilancio delle attività della Regione

LatinaToday è in caricamento