Lunedì, 15 Luglio 2024
Il dibattito / Centro

Isola pedonale o ztl in centro? Lbc: “Non si torni indietro, la scelta sia partecipata”

La segretaria del movimento Elettra Ortu La Barbera interviene dopo la bocciatura in Consiglio comunale della mozione per il mantenimento dell’isola pedonale presentata da tutti i partiti dell’opposizione

Resta ancora molto acceso il dibattito sul futuro dell’isola pedonale in centro a Latina, la cui sperimentazione, secondo la volontà dell’amministrazione comunale, dovrebbe terminare il prossimo primo settembre, con il ripristino della ztl. 

Del tema si è discusso ieri in Consiglio comunale. “Dall’isola pedonale non si torna indietro. La discussione che si è accesa ieri in aula consiliare su questo tema mostra chiaramente due diverse concezioni di cosa debba essere una città” commenta la segretaria di Lbc Elettra Ortu La Barbera, dopo la bocciatura della mozione per il mantenimento dell’isola pedonale presentata congiuntamente da tutti i partiti di opposizione. “Lo abbiamo detto e lo ribadiamo ancora: tornando alla Ztl Latina compie molti passi indietro, in una direzione tra l’altro opposta a quella che invece fanno molte città italiane ed europee che puntano invece sulla pedonalizzazione, sui centri storici fruibili per i pedoni e sulle zone 30”.

“Le deboli aperture di una parte della maggioranza che si è mostrata non contraria alla pedonalizzazione – continua la segretaria del movimento – non bastano, occorre programmazione, partecipazione e ascolto. Su queste scelte che riguardano la vita di tutti, non solo dei commercianti ma anche della cittadinanza che utilizza il centro della città come luogo di aggregazione, è necessario ascoltare le persone. Ci batteremo affinché questa scelta passi per un processo realmente partecipativo e allargato”. Proprio per questa ragione ieri in aula il consigliere Dario Bellini, in passato assessore che ha avviato la sperimentazione, ha presentato a nome del gruppo un emendamento per chiedere di avvalersi dello strumento del referendum consultivo, affinché sia appunto la comunità stessa ad avere voce e a potersi esprimere sull’utilizzo e la fruizione del centro storico di Latina. “Se vogliamo dare significato al cuore della città, dobbiamo renderlo fruibile sotto diversi aspetti – aggiunge anche il vice segretario Alessio Ciotti – dobbiamo riempirlo di contenuti, non solo commerciali ma anche culturali, ambientale, aggregativi. L’isola pedonale è oggi una necessità, difesa da comitati e associazioni, una garanzia di sicurezza e un segnale importante per l’ambiente. Saremo al fianco dei cittadini che preferiscono un’altra idea di città”.

Del resto, concludono da Lbc, “basta fare riferimento alla classifica Ecosistema Urbano 2022 che ogni anno viene redatta da Legambiente e Sole 24 Ore proprio in tema di isole pedonali. Rispetto ai picchi di città virtuose come Lucca, con 6,79 mq per abitante, Latina, con poche centinaia di metri di area pedonale, è ferma a solo 0,12 mq per abitante. Peggio del capoluogo pontino fanno solo Vibo Valentia e Agrigento, rispettivamente con 0,08 e 0,1 mq per abitante”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isola pedonale o ztl in centro? Lbc: “Non si torni indietro, la scelta sia partecipata”
LatinaToday è in caricamento