Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Casa del combattente, sfratto bloccato: il Demanio fa marcia indietro

Lettera alle Associazioni combattentistiche e d'arma che avrebbero dovuto lasciare la sede di piazza San Marco entro il 3 maggio

Pericolo scongiurato per le associazioni la cui sede si trova presso la Casa del combattente di piazza San Marco che rischiavano lo sfratto. L’Agenzia del Demanio, Direzione Regionale Lazio, ha infatti scritto alle Associazioni combattentistiche e d’Arma comunicando loro di poter differire il rilascio dell’immobile da parte delle stesse associazioni fino a nuova comunicazione. Salta dunque la scadenza che era stata inizialmente fissata per il prossimo 3 maggio.

"Ho appreso con soddisfazione di questo differimento ‘sine die’ – ha commentato il Sindaco Damiano Coletta – e penso che sia già un primo passo in avanti verso una soluzione condivisa per la quale l’Amministrazione, tra l’altro, si è da tempo attivata. Come ho detto più volte, l’interesse di tutti è quello di individuare un percorso che rispetti i valori e le tradizioni espressi dalle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e che soddisfi le esigenze dell’intera comunità considerando la storia della Casa del Combattente e ciò che ha sempre rappresentato per la città di Latina".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa del combattente, sfratto bloccato: il Demanio fa marcia indietro

LatinaToday è in caricamento