rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Politica

Lega all'attacco di Coletta: "Non accettiamo la divisione in buoni e cattivi, chieda scusa"

Le prime parole del capogruppo della Lega in Consiglio regionale dopo il secondo incontro avvenuto ieri tra il primo cittadino e la coalizione di centrodestra

''Il sindaco di Latina Damiano Coletta vuole chiudere con una stretta di mano la stagione dell'inquinamento del dibattito politico sul centrodestra. Noi non ci siamo, Latina merita un processo vero di pacificazione. Deve chiedere scusa di fronte alla città''. Sono le parole di Angelo Tripodi, capogruppo della Lega in Consiglio regionale, in seguito all'incontro avvenuto ieri, giovedì 28 ottobre, tra il primo cittadino e i rappresentanti dei partiti della coalizione di centrodestra. Un secondo incontro che fa seguito al primo colloquio dei giorni scorsi in cui le parti avevano stabilito di riaggiornarsi dopo 72 ore.

Le parole del capogruppo della Lega in Regione non presagiscono un'apertura da parte del centrodestra per il governo della città, come invece auspicato dal sindaco Coletta.

''Non è accettabile - aggiunge Tripodi - la spartizione di Coletta dei buoni e dei cattivi, rappresentanti, a suo dire, di un 'vecchio comitato d'affari che ha affamato e ha mangiato sulle spalle della nostra città'. Ora Coletta cerca di sorvolare e vorrebbe mandare tutto in soffitta, perché non ha una maggioranza, si nasconde dietro il 'bene della città' e non faremo un passo indietro nel rispetto del mandato conferito dagli elettori - conclude il capogruppo leghista -. Ognuno ha la propria storia e la propria cultura politica, che inizia personalmente dal Fronte della Gioventù con i fari di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone''.

L'auspicio, proprio per il bene della città, era quello di avviare un clima di distensione per poter avviare i lavori della nuova amministraazione, seguendo alcuni fondamentali punti programmatici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega all'attacco di Coletta: "Non accettiamo la divisione in buoni e cattivi, chieda scusa"

LatinaToday è in caricamento