menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano rifiuti e ex cava di La Cogna, Medici: “Lavoriamo per individuare i siti”

La discussione in Commissione Ambiente in vista della costituzione di un Ato

Si è parlato della bonifica, della sistemazione idrogeologica e deposito definitivo dei rifiuti rimossi dell’ex cava in località La Cogna, ad Aprilia ma anche del futuro del Piano rifiuti nella riunione della commissione sviluppo e tutela del territorio della Provincia alla quale hanno partecipato il presidente dell’ente Carlo Medici, il presidente della commissione Domenico Vulcano, Antonio Terra sindaco di Aprilia e consigliere provinciale, il consigliere provinciale Ennio Afilani  ed il dirigente del settore ambiente Antonio Nardone. 

Nel suo intervento Medici ha difeso l’operato dell’ente rispetto dalle accuse degli ultimi giorni di omissione di atti o altro ricordando come sia stato avviato un costante lavoro per la costituzione dell'organismo giuridico dell'Ato2 della provincia di Latina. “Nel frattempo il lavoro del settore ambiente della Provincia, del tavolo tecnico e dell'assemblea dei sindaci – sottolinea Medici - non si fermerà e sarà finalizzato all'individuazione di siti idonei da vagliare insieme alla direzione regionale al fine di avanzare proposte concrete all'assemblea dell'Ato una volta costituita. Collaboreremo e stimoleremo la Regione affinché approvi una legge per regolare gli Ato. Ogni territorio potrà fornire un contributo valido al programma inerente la gestione pubblica e provinciale dei rifiuti ma occorrerà avere riguardo nei confronti dei territori che già vedono grandi concentrazioni di impianti. L’operato dell’Ato – ha concluso - dovrà garantire una equa distribuzione nel territorio provinciale degli impianti affinché l’impatto anche minimo che ne deriva sia il più equo ed economico possibile”. 

Il presidente della commissione Domenico Vulcano ha sottolineato come Aprilia sia già sottoposta a troppe servitù per quanto riguarda il trattamento dei rifiuti. “La nostra città – ha spiegato - non ha bisogno di nuovi siti per il deposito finale del secco residuo, perché si registra da anni già notevole presenza di società autorizzate operanti nel settore dei rifiuti”. La questione sarà nuovamente affrontata in Consiglio provinciale dove il dirigente del settore renderà pubblica una relazione sulla situazione predisposta dagli uffici della Provincia in queste ultime settimane. 
Il sindaco di Aprilia si è detto favorevole all'accelerazione dell'iter di approvazione della legge ed al contempo chiede al dirigente del settore ambiente di analizzare tutte le circostanze che sono richieste per l'individuazione dei siti anche per quanto attiene la bonifica dei siti esistenti con particolare riguardo al sito di La Cogna

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, giù i contagi: sono 50 in provincia ma con tre decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento